Economia

Padovano (Confcommercio Pescara) su inaugurazione e benedizione motopesca Erminio Padre e visita in Corso Vittorio Emanuele

Pescara. “Quella di oggi è una grande giornata per la nostra città e per la comunità della marineria pescarese grazie alla famiglia Camplone che ha voluto inaugurare e far benedire il motopeschereccio di trenta metri lineari della famiglia Camplone che si dota della terza unità da pesca che porta il nome “Erminio Padre, in onore del capostipite di questa storica famiglia di marinai che da decenni lavora nel nostro porto”. Cosi il vice presidente di Confcommercio Pescara e componente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale Riccardo Padovano, alla sua prima uscita ufficiale dopo l’importante riconoscimento ricevuto. “Questa giornata rappresenta un nuovo inizio dopo l’emergenza sanitaria.
La giornata di oggi è da incorniciare perché sta a dimostrare la grande volontà della marineria pescarese di continuare a lavorare con e per la città e la presenza del sindaco Carlo Masci non fa che confermare l’interesse dell’Amministrazione Comunale per il settore della pesca. Proprio questa mattina poi c’è stata la conferma ufficiale che sarà proprio la motopesca Erminio Padre ad aprire la processione e portare in mare la statua di Sant’Andrea, in occasione della festa della marineria di fine luglio”. Sempre questa mattina poi Padovano si è recato in Corso Umberto per visitare Carlo Miccoli, presidente dei bar aderenti a Confcommercio e ho potuto vedere i tanti spazi all’aperto lungo il corso dove tanti possono oggi prendere un caffè o gustare un aperitivo lungo la passeggiata del nostro corso. Corso Umberto, una piccola via Veneto, a dimostrazione della vivacità di una città e grazie ad una Amministrazione che ha saputo intercettare le esigenze degli esercenti che hanno avuto la forza di ripartire. Questo è l’inizio di un percorso non post emergenza ma di una nuova via che vuole vedere il centro commerciale naturale come fulcro della città e noi come Confcommercio vogliamo essere da stimolo per l’Amministrazione Comunale perché le iniziative come quelle delle aperture prolungate, quelle degli spazi all’aperto da destinare ad iniziative commerciali non possono che essere uno sprone per rilanciare il commercio in una città come quella di Pescara che vive di terziario, dando l’occasione ai turisti di mangiare un gelato, fare shopping e mangiare un piatto di pasta in pieno centro, grazie ai dehors perché la pesca, i prodotti, le eccellenze culinarie e i nostri esercizi commerciali rappresentano quel valore aggiunto da cui Pescara può e deve ripartire”.

Related posts

SOS Artigianato Metalmeccanico Abruzzese

redazione

“Contagio sui luoghi di lavoro”, convegno online di Giovani Imprenditori e Giovani Avvocati

redazione

L’Energia non si ferma per il Coronavirus

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy