Cronaca

Comune di Chieti, muore l’assessore Viola

Chieti. E’ morto la notte scorsa nella sua abitazione a Cerratina, Antonio Viola, 60 anni appena compiuti, assessore con diverse deleghe tra le quali sport, cultura, personale, promozione turistica, nella Giunta comunale di Chieti. La notizia ha suscitato sgomento in città dove Viola, di professione avvocato, ha vissuto un’intensa attività politica entrando in Consiglio comunale la prima volta negli anni Novanta con la Democrazia Cristiana, mentre di recente la sua strada e quella dell’Udc, partito del quale era rappresentante
nell’esecutivo cittadino, si erano divise.
Viola, che era nato a Gaeta, è stato consigliere comunale a Chieti dal 1990 al 1993 e dal 1997 al 2000. Nel 2010 venne nominato assessore, al commercio, sempre nella Giunta guidata dal sindaco Umberto Di Primio. Numerosi messaggi di cordoglio soprattutto sui social. I funerali saranno celebrati domani alle ore 15.30 nella chiesa del convento delle Figlie dell’amore di Gesù e Maria a Brecciarola di Chieti.
Così in una nota il sindaco Umberto Di Primio: “Ho provato un grande dolore, questa mattina, quando mi hanno comunicato la scomparsa improvvisa di Antonio. Il suo impegno, al pari di ciascun amministratore in prima linea nella politica attiva, annoverava estimatori e detrattori ma l’aspetto umano, la sensibilità della persona, il suo impegno nelle piccole e grandi battaglie dei cittadini e nel caso di Antonio, degli individui spesso “ai margini” della società, aspetto quest’ultimo poco noto ai più, dovrebbe indurre a riflessioni più elevate piuttosto che spicciole e banali considerazioni.
In momenti come questo ci si sofferma sul profilo umano di chi lascia questa vita terrena e io intendo farlo, consapevole del fatto che più di ogni altro e da vicino, in questi dieci anni ho potuto apprezzare Antonio, il mio assessore, per la sua mitezza, il suo essere riflessivo, il suo garbo e quel saper misurare le parole perché mai fossero al di sopra delle righe: questo ha fatto di lui un uomo rispettoso e capace di rispondere ad ogni attacco con estrema serenità, quella stessa che risultava disarmante per chi, con lui, voleva scontrarsi.
Nell’ultimo periodo, a causa dell’ostracismo di alcuni, ci eravamo ancor più avvicinati politicamente, aveva voglia di fare ancora “amministrazione” e voleva candidarsi per sostenere ancora una volta il progetto del centro destra per la città di Chieti. La sua scomparsa mi fa molto riflettere sull’importanza che a volte, anche in politica, si dà a cose che poi, di fronte alla morte, quando non è più possibile recuperare, ci accorgiamo essere inutili esercizi di supponenza.
Mancherà la sua gentilezza, la sua educazione e quella delicatezza che lo hanno accompagnato nel corso di tutta la sua vita, scalfita fin dalla tenera età da esperienze dolorose ma che mai hanno reso il suo cuore insensibile e lontano dai problemi della gente”.
La direzione regionale dell’UDC, attraverso il suo segretario, Enrico Di Giuseppantonio ed il segretario della provinciale, Andrea Buracchio, esprime il proprio cordoglio per l’improvvisa scomparsa dell’Assessore alla Cultura del Comune di Chieti, Antonio Viola. “Con lui va via un uomo gentile, generoso, un bravo amministratore, che aveva la passione per la politica. Mancherà davvero molto alla città di Chieti, della quale non aveva mai smesso di occuparsi e per la quale stava lavorando in questi giorni per mettere a punto un piano di rilancio culturale post Covid. Di lui ricordiamo l’impegno proficuo speso all’interno del partito, per il quale si è speso con passione al servizio dei valori cristiani e moderati, restando sempre al fianco delle categorie più deboli.Antonio resterà sempre nei nostri cuori”.
“Con l’assessore Antonio Viola scompare un grande democratico cristiano di grande umanità e con uno straordinario attaccamento al territorio di Chieti. Esprimo le mie più sentite condoglianze ai familiari, amici ed esponenti dell’UDC Abruzzo. La passione per la politica e l’adesione ai valori cristiani dello Scudo crociato che Antonio ci ha trasmessi sono una grande eredità di cui dobbiamo fare tesoro tutti”. Così il segretario nazionale UDC Lorenzo Cesa sulla scomparsa dell’assessore al Comune di Chieti, Antonio Viola.

Related posts

Italia Nostra Pescara: “In tempi di Coronavirus si tagliano gli alberi”

redazione

Stress da Covid-19, medici e operatori sanitari come soldati in Vietnam: un Numero Verde per aiutare chi aiuta

redazione

Rinnovate le cariche statutarie dell’Associazione ANOLF-Chieti

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy