Sport

Ippodromo San Paolo, corse al trotto in notturna omaggio all’icona dell’Ippica italian Giuseppe Guzzinati

Montegiorgio. Tutti in pista domenica 9 agosto a partire dalle ore 19:45, all’ippodromo San Paolo, per stringersi simbolicamente attorno a Giuseppe Guzzinati, un grande campione dell’ippica italiana. Un simbolo, per il suo modo di concepire e vivere l’ippica.

Domenica scorsa, 2 agosto, Amour A Belle si è aggiudicata il centrale, il premio Polizzotto Giuseppe con uno sprint nel finale. Una corsa sulla distanza dei 1600 metri, con partenza in racchetta. Una Amour A Belle attendista incassa il centrale, Premio Polizzotto Giuseppe, con un attacco in retta d’arrivo, in una corsa ad andatura veloce. Amour A Belle dalla seconda pariglia, a metà dell’ultima curva va all’attacco, passando all’esterno del battistrada Albereta Cla, che fino ad allora aveva impostato un ritmo veloce a tutti gli avversari. La cavalla guidata da Tommaso Gambino, Amour A Belle, in retta d’arrivo passa in testa e vince. Mentre Albereta Cla, con in sulky Leonardo Vastano, dopo una corsa veloce tutta in testa si deve accontentare della seconda piazza, terzo Alessandro Bar.

L’ippodromo San Paolo, domenica 9 agosto dalle ore 19:45, dedica una giornata di corse sotto le stelle di agosto a Giuseppe Guzzinati, per ricordarlo nella maniera che gli è più congeniale. Il centrale con il suo nome e poi una sfilata di campioni che lui conosceva bene come Esotico Prad, Edyz, Uniforz, Zardoz, Zebù, Belmez e Umbro di Grana. Morto a 85 anni, nel gennaio 2018, dopo oltre 3000 vittorie in carriera, tantissimi i campioni da lui allenati e quell’incredibile conquista del 1973 quando Guzzinati ha ottenuto il titolo di Campione del Mondo di trotto negli USA. Una vita dedicata ai cavalli, tante corse e prestigiose vittorie. Guzzinati è stato una vera icona dell’ippica del secolo scorso. Un vero fuoriclasse, nel 1982 ha incassato il Derby, ha vestito i colori di alcune delle più importanti scuderie italiane. La sua ultima corsa risale al 23 dicembre del 2007, non ha mai lasciato il sulky, è rimasto sempre al trotto affiancando suo figlio Andrea e continuando a preparare personalmente i suoi cavalli anche una volta superata la soglia degli 80. Giuseppe Guzzinati era conosciuto da tutti, compresi quelli che si sono affacciati al magico mondo del trotto anche per poco. È stato il primo italiano a vincere il Campionato Mondiale nel 1972. Tra il 1970 e il 1990 con suo fratello Vittorio, mancato nel 2010, hanno dominato il panorama italiano affermandosi in tutti i Gran Premi. Tanti, tanti cavalli, tantissimi proprietari sono passati da casa Guzzinati, nomi che riempiono il cuore.

Sarà come sempre un’occasione per passare una domenica sera all’aria aperta con la famiglia o in compagnia di amici. Ricordiamo che l’ingresso è libero (nel rispetto delle direttive Covid) e che l’ippodromo San Paolo dispone di un ampio parcheggio gratuito. Per i gourmands segnaliamo un ottimo servizio ristorante con La Fabbrica del Gusto, per gustare la tradizione culinaria marchigiana e godersi lo spettacolo delle corse al trotto dalla veranda che da sull’arrivo. Tavola calda e servizio bar per chi va più veloce.

Related posts

Serie B, Pescara – Frosinone 1-1

redazione

La Dea Bendata non sorride a Pescara. Vince San Severo

redazione

Pescara Basket – Nuovo Basket Aquilano 80-69

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy