Sport

La più giovane della Connetti.it rimane lei: Ilaria Maiezza

In una squadra dall’età media molto bassa, la quattordicenne Maiezza resta la più giovane del gruppo e l’unica superstite dalla passata stagione. «Sarà strano non trovare più le vecchie compagne e non giocare più a Chieti. Voglio continuare a imparare e crescere, in prima squadra e nel settore giovanile»

Nocciano. La Connetti.it annuncia la conferma di Ilaria Maiezza nel ruolo di secondo libero. Classe 2006, a 14 anni vivrà la sua seconda stagione consecutiva in prima squadra, comunque pronta, all’occorrenza, a dare una mano alle squadre giovanili neroverdi.

Troverà uno spogliatoio completamente rinnovato, composto da facce nuove:

«Sarà certamente un po’ strano non ritrovare le mie compagne dello scorso anno, e mi dispiace perché avevo un buon rapporto con tutte. Sono sicura comunque che non faticherò a inserirmi nella nuova squadra, molto più giovane dello scorso anno ma certamente ricca di talento. Mi fido moltissimo delle scelte della società e della guida di Giorgio Nibbio, quindi non ho timori verso la nuova stagione, potremo fare bene anche con un roster totalmente rinnovato e molto giovane».

Nel ruolo di libero, la Connetti.it avrà a disposizione la giocatrice più esperta del gruppo, Teresa Ferrara, e quella più giovane…

«Sono molto contenta di potermi confrontare con una compagna con esperienza e con trascorsi importanti, dalla quale potrò certamente imparare molto. Il curriculum di Teresa Ferrara parla da solo, il mio obiettivo è quello di approfittare della vicinanza a lei e alle altre compagne per crescere».

Nella prossima stagione, allenamenti e partite non si terranno più a Chieti, bensì a Nocciano. Che effetto ti fa?

«È strano pensare che non giocheremo più a Chieti. C’è da dire che in questi due anni non abbiamo mai avuto una “casa” fissa, ci siamo spostate spesso tra PalaTricalle, PalaTeate e Colle Dell’Ara, e molte volte anche fuori Chieti, ma sapevamo che il nostro punto di riferimento era la città teatina. Ci siamo trasferiti in un posto vicino, spero che il pubblico che avevamo ci continui a seguire anche a Nocciano e che molte altre persone del luogo comincino a tifare per noi».

Sarai in prima squadra, ma il tuo apporto al settore giovanile non mancherà.

«Di questo devo ancora parlare bene con Giorgio Nibbio e la dirigenza, per cui non so dire con precisione in quali squadre potrò essere utilizzata. Ho comunque 14 anni e vorrei continuare a giocare con le mie compagne dell’Under 15, con le quali abbiamo fatto uno splendido campionato lo scorso anno e puntiamo a vincere. Non so poi se lo staff ha in mente di utilizzarmi altrove, io sono a disposizione, non vedo l’ora di ricominciare e vivere una nuova stagione».

Related posts

Play Off Serie C, finall 2018. I premi al calcio dei valori

admin

Roseto, impianti sportivi: incontro in Comune sui campi di calcio

admin

Cultura, spettacoli, sport, gastronomia per Torrestate 2017

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy