Politica

Pd: “Un’estate rovente per le poltrone al Comune di Pianella”

“Il Sindaco di Pianella S. Marinelli, con i modi della vecchia politica, per mantenere il potere, riabbraccia il consigliere Aramini, dandogli pieni poteri, senza badare a spese per salvare la maggioranza!”

Pianella. “Non ci si può credere! Dopo essere stato sfiduciato nel 2019, con successiva richiesta di decadenza da Consigliere per non aver pagato l’IMU e varie offese pubbliche del Sindaco, il Consigliere Aramini Romeo svende la sua dignità, ed accetta la nomina di Assessore e Vice Sindaco e tante altre deleghe.

Abbiamo dovuto prendere atto, nel recente passato, della sfiducia nei confronti dei consiglieri Berardinucci e Aramini, poi della revoca delle deleghe all’assessore Massimo Di Tonto, quindi si può dedurre che il Sindaco Marinelli non avendo la maggioranza certa in Consiglio Comunale, è stato costretto a fare campagna acquisti, prima contattando Consiglieri Denis Sposo e Annabruna Giansante, quindi i forzisti Davide Berardinucci e Romeo Aramini, quest’ultimo giocando in modo ambiguo, ha alzato la posta per convenienza politica (poltrona) “per vendersi” poi al Sindaco.
L’arroganza e l’incapacità politica del Sindaco Marinelli, in pochi anni, l’hanno portato a rompere i rapporti di fiducia con diversi consiglieri eletti nella sua lista, incapace di confrontarsi con chi ha idee diverse da lui e di valorizzare le risorse e presunte competenze dei componenti della sua maggioranza.

– Il 25 Luglio 2020 Aramini promuoveva e sottoscriveva una dichiarazione di intenti, dal quale si evinceva che non avrebbe mai dato soccorso all’amministrazione del Sindaco Marinelli in crisi.

– Il 31 Agosto 2020 il consigliere Aramini, cambiava nuovamente strategia politica, come se niente fosse accaduto, preferendo sottostare alla volontà di Marinelli ed alle sue promesse accettando la delega di Assessore con Vice Sindaco e altri impegni.

Il Sindaco Marinelli eletto in una lista civica, sbandiera dal 2019 di capeggiare una amministrazione di centrodestra, tuttavia bisogna rilevare una enorme mancanza di coesione tra lui e i suoi collaboratori politici, che ha creato un cortocircuito democratico pericoloso per le istituzioni.
Pianella è una comunità importante dell’area collinare e i suoi rappresentanti eletti dai cittadini dovrebbero avere un comportamento consono al ruolo rispettando un’etica di base: la politica non è un mezzo per soddisfare l’ambizione di pochi.
Gli elettori non vogliono una amministrazione basata sulle poltrone, ma su un programma elettorale da attuare con un’azione amministrativa imparziale, trasparente, efficace ed efficiente.

Tenuto conto della grave crisi economica e sanitaria generale, della grave situazione del Bilancio in cui versa il Comune di Pianella, sarebbe auspicabile che il Sindaco Marinelli ammettesse il grave danno che lui stesso ha creato in questi ultimi mesi e si impegnasse con umiltà e spirito costruttivo, dimostrando le sue capacità amministrative, in quanto ci sono problemi importanti per le famiglie di Pianella: lavoro, scuole, manutenzioni strade comunali, mancanza di igiene centro storico (turisti che si lamentano) e diverse strutture comunali abbandonate o mal gestite: bisogna finalizzare l’azione amministrativa solo al benessere della nostra Città.
Si ricorda al Sindaco che il Consiglio Comunale è il luogo naturale in cui si svolge il confronto democratico tra la maggioranza e la minoranza, non un mercato delle poltrone a fini personali”. Si legge così in una nota del Circolo Pd di Pianella.

Related posts

Pescara, ecco la lista con i candidati M5S per le prossime elezioni comunali

redazione

Pd San Salvo: “Ancora troppo pochi i fondi destinati alla manutenzione delle strade”

redazione

Da ALI Abruzzo la richiesta di un nuovo modello di Strategia per lo Sviluppo delle Aree Interne

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy