Politica

Elezioni Chieti, Diego Ferrara supera al ballottaggio Fabrizio Di Stefano: le dichiarazioni VIDEO

Chieti. Diego Ferrara, che ha ottenuto quasi il 56% dei voti, è il nuovo sindaco di Chieti. A sorpresa ha sconfitto al ballottaggio il candidato del centrodestra Fabrizio Di Stefano. Ferrara, espressione del centrosinistra, si è apparentato con le 4 liste civiche del candidato sindaco Paolo De Cesare.
“Conosco il mio carattere – ha esordito Diego Ferrara – quindi mi sarei stupito se non avessi fatto una campagna elettorale in crescendo. Detto questo, non potevo minimamente immaginare non solo di essere vincitore come sindaco, ma soprattutto con questi numeri, con questo scarto di voti. Mi sembra una cosa quasi incredibile. Nel centrodestra più che debolezza si può sottolineare un’elevata litigiosità fra di loro, che molto spesso non traspare all’esterno ma che tutti noi percepivamo da certi discorsi e da certi atteggiamenti. La nostra forza è data dall’omogeneità e dal fatto che noi ci frequentiamo anche al di fuori delle competizioni elettorali. Noi siamo una grande famiglia, almeno la mia coalizione, penso anche quella di Paolo De Cesare, è fatta di amici di famiglia. Nei primi giorni del mio mandato innanzitutto ci riunimero per contarci, per cominciare a fare alcuni nomi di partecipanti della giunta, ma la prima cosa in assoluto è una ricognizione delle risorse finanziarie del Comune per riuscire a capire cosa eventualmente cominciare a fare nei primi cento giorni di governo perché la cittadinanza ha delle grosse aspettative. La mia amministrazione si caratterizzerà innanzitutto per la trasparenza delle decisioni nei confronti delle persone e della cittadinanza. Il nostro dovrà essere un palazzo di vetro, trasparente e probabilmente già dai primi Consigli Comunali adotteremo lo streaming in maniera tale che tutti i cittadini possano asistere ai nostri dibattiti. Poi cose concrete dal decoro della città all’aiuto nei confronti delle fasce vulnerabili della società. Insomma tutte cose che possono essere visibili e concrete”.
Così lo sconfitto Fabrizio Di Stefano: “Credo che la valutazione vada rinviata di qualche giorno. La sconfitta è dovuta al fatto che non sono riuscito a far passare il mio messaggio? Al fatto che la campagna denigratoria contro la mia persona che non ha trovato nesssun difensore nel centrodestra sia riuscito a passare? Al fatto che il centrodestra disunito non sia stato apprezzato? Al fatto che l’amministrazione Di Primio abbia lasciato non pochi strascichi polemici e commenti negativi tanto da non essere riuscito ad arrivare compatto a fine legislatura? Perché al ballottaggio c’è stato un ritorno di tutto il vecchio e la gente ha scelto il nuovo? Probabilmente. Al fatto che Fabrizio Di Stefano non sia piaciuto? Può anche essere. Ci sono tante valutazioni da fare, una cosa è certa, che i numeri non sono dalla nostra parte. È evidente che io ho avuto le maggiori critiche personali proprio dalla formazione di centrodestra, è chiaro che forse nell’elettorato non si è compreso questo ricompattamento, è altrettanto evidente che il centrodestra unito probabilmente avrebbe avuto un altro risultato già dal primo turno. Ma questi sono i numeri e ne prendiamo atto. La campagna denigratoria nei miei confronti è uno degli aspetti che più mi è dispiaciuto. Prima dell’inizio dello spoglio avevo detto che se avessi saputo di una campagna elettorale all’insegna di attacchi alla persona probabilmente non l’avrei affrontata, lo avevo detto prima che si aprissero le urne, quindi potevo anche uscire vincitore. Nella diatriba politica io trovo spunto per prendere forza, nell’attacco personale e alle offese rivolte alla mia persona provo disgusto, rabbia, ma anche delusione perché non è questione politica che ritengo io. Se lo avessi saputo prima, soprattutto adesso con il risultato acquisito, avrei fatto altre scelte”.

Related posts

Terzo Premio Massimo Riva, la musica entra nella Città dei Ragazzi di Alanno

admin

Migliaia di libri di 16 editori abruzzesi con lo sconto del 20% per gli iscritti al Pd Abruzzo

redazione

Pescara: introdiotto il Voucher per i servizi di assistenza, curato dall’assessorato alle Politiche Sociali

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy