Sport

Tombesi, sabato si riparte

Sabato pomeriggio alle 16 gara d’esordio in campionato per la Tombesi, che ospiterà il Giovinazzo. Massimo Morena: «La squadra sta bene e avrà subito un impegno difficile. Spero di regalare una gioia a questa società»

Ortona. Dopo quasi otto mesi, la Tombesi è pronta a giocare di nuovo una gara ufficiale. L’atmosfera sarà a dir poco particolare, in un palazzetto a porte chiuse, ma la prima di campionato contro il Giovinazzo segnerà comunque l’inizio di una stagione che si preannuncia tormentata, tra test sierologici, tamponi e decreti governativi che si susseguono. Il direttore tecnico gialloverde, Massimo Morena, fa il punto della situazione:

«La Tombesi arriva molto bene alla prima di campionato, sia dal punto di vista fisico, sia da quello tattico e mentale. Colgo l’occasione per ringraziare da subito l’operato dei nostri due preparatori atletici, i prof Agrello e Zampacorta, che stanno dando all’allenatore una squadra già in buone condizioni e, soprattutto, senza infortunati: un tema che, dopo i tanti infortuni delle ultime stagioni, ci sta particolarmente a cuore. Sono in perfetta sintonia con Gianluca Marzuoli e su come lui vede la squadra e ha in mente di farla giocare nel corso dell’anno, ci sono idee chiare e questo può essere solo un vantaggio. Al debutto ci aspetta una sfida impegnativa, il Giovinazzo è un ottimo avversario e sarà subito una prova significativa per noi. Allo stesso tempo, sono fiducioso che potremo iniziare con il piede giusto, perché il nostro obiettivo sarà ovviamente quello di raggiungere i tre punti. In casa, nel nostro palazzetto, pur senza il calore dei nostri tifosi dobbiamo puntare a fare sempre il bottino pieno, perché è a Ortona che si baserà una parte fondamentale del nostro campionato».

Emozionato per la prima da direttore tecnico?

«Certamente sì, debutta una squadra che ho costruito io in prima persona e alla quale credo molto. Ringrazio il presidente Alessio Tombesi e il vicepresidente Nicola Barone per avermi dato questa grande opportunità e spero di ripagarli con una grande gioia. Sono convinto che questa Tombesi possa lottare per le posizioni di vertice e per la promozione in serie A, ma ora toccherà al campo dimostrare se le nostre ambizioni possono tramutarsi in realtà».

Related posts

La Sieco cerca la scossa tra le mura amiche: arriva Cisano Bergamasco

redazione

Alessia Cutillo: “A Chieti sembra di trovarsi in una vera famiglia”

redazione

Montesilvano, Turismo. Tocco: “Bilancio positivo della stagione estiva”

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy