Cronaca

Fossacesia, 40enne agli arresti domiciliari per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti

Lanciano. Ieri pomeriggio, nel corso dell’intensificazione dei servizi di prevenzione e repressione del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti voluta dal Questore di Chieti, DR. GARGANO, gli agenti della Sezione Anticrimine del Commissariato di Lanciano diretti dal Vice Questore Lucia D’AGOSTINO, hanno proceduto all’arresto di C.A. di anni 40 di Fossacesia, in quanto sorpreso all’interno della sua abitazione in possesso di oltre Kg. 7 di marijuana e circa gr.3 di hashish. Gli Agenti, già prima di accedere all’abitazione dell’uomo, già noto per i suoi precedenti, avevano avvertito un forte odore acre, tipico degli oppiacei e , al momento dell’irruzione, si sono trovati di fronte ad un vero e proprio laboratorio della droga, con attrezzi, per la lavorazione ed il confezionamento della sostanza stupefacente.
Infatti sono stati sequestrati diversi grinder, bilance di precisione, cellophane nonché altro materiale utile per il confezionamento delle dosi. Non solo, le camere dell’appartamento erano state trasformate in veri e propri essiccatoi delle piante stupefacenti, con l’utilizzo di lampade, ventilatori del tipo industriale e temporizzatori per il controllo del microclima interno. Lo stupefacente, risultato di buona qualità e gli attrezzi rinvenuti nell’immobile, sono stati sequestrati. Al termine degli atti di rito, l’uomo, con l’accusa del reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti ex art. 73 d.p.r. 309/90 comma 4, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari. Le attività di indagine, condotte dal Sost. Proc. , Dr.ssa Serena ROSSI, proseguono al fine di ricostruire la fitta rete di spaccio posta in essere dal quarantenne arrestato.

Related posts

Installati termoscanner in tutti gli uffici postali della provincia di Pescara

redazione

“La sua storia, la nostra storia”, la Cgil Chieti ricorda Angela Scottu

redazione

Gran Sasso, nuovi documenti. H2O: “Pensavano ad un ‘Lab’. E Nadia Toffa aveva ragione”

redazione

Leave a Comment