Politica

Il M5S Pescara deposita una richiesta di un Consiglio Comunale Straordinario aperto nel quartiere Rancitelli

Pescara. Il Movimento 5 Stelle Pescara torna a richiamare con forza l’attenzione sul tema delle periferie, in particolare nel quartiere di Rancitelli, depositando la richiesta ufficiale per la convocazione di un Consiglio Comunale straordinario aperto che si tenga, compatibilmente con le normative anticontagio vigenti, proprio nel quartiere Rancitelli, possibilmente nel piazzale interno al cosiddetto Ferro di Cavallo.

“Vogliamo che l’amministrazione comunale” dichiara la capogruppo M5s Erika Alessandrini “alla presenza anche delle Autorità di pubblica sicurezza (Questore e Prefetto), dell’ Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale della Regione Abruzzo (ATER) e del Governo regionale, possa ascoltare direttamente associazioni e cittadini, in un luogo simbolo della città nel quale è indispensabile mostrare la vicinanza delle Istituzioni e dimostrare maggiore attenzione nel coinvolgimento dei cittadini e della cittadinanza nelle decisioni da prendere nell’ambito della riqualificazione e della rigenerazione di questo quartiere, attraverso l’attivazione di processi progettuali partecipati dal basso”.

Le periferie urbane, in molte città italiane, sono oggi interessate da gravi problemi di marginalizzazione sociale e di degrado e questo storicamente è avvenuto anche in alcuni quartieri di Pescara, di cui Rancitelli rappresenta suo malgrado un simbolo, e in cui tuttora, soprattutto nel complesso noto come Ferro di Cavallo, sono localizzate vere e proprie centrali dello spaccio di droga e la malavita esercita un crescente controllo del territorio con ripetuti atti di violenza, vandalismo e intimidazione a danno dei residenti.

“Già l’anno scorso, con i nostri emendamenti al bilancio comunale” – proseguono i consiglieri M5S Paolo Sola, Giampiero Lettere e Massimo Di Renzo – “il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle ha strappato l’impegno del Sindaco ad istituire un Ufficio Speciale per le Periferie per elaborare analisi e proposte nel breve, medio e lungo periodo per programmare, integrare e combinare interventi di recupero urbanistico, sociale, culturale e comunitario, con cui offrire supporto alle famiglie e ai giovani e garantire sicurezza, reale e percepita.”

La richiesta è stata sottoposta a tutte le forze politiche sedute in Consiglio comunale ed ha incassato la sottoscrizione da parte di tutti i consiglieri di minoranza.

“Nei prossimi giorni si deciderà la data e la modalità di svolgimento, nell’ottica di garantire la più ampia partecipazione della cittadinanza e la massima trasparenza sulle decisioni che l’amministrazione ha già preso, con la richiesta di un cronoprogramma serio e dettagliato e per assicurare un costante dialogo tra Comune e residenti per la costruzione condivisa e partecipata delle azioni per il prossimo futuro” concludono i pentastellati.

Related posts

Giulianova, sostegno al docufilm “Terra Bruciata” per un riconoscimento al Premio “Gianni Di Venanzo”

admin

Patto Territoriale: un progetto pilota per lo sviluppo del Comprensorio Trigno-Sinello

redazione

Chieti, Ciapi. L’amministrazione: “Siamo vicini ai lavoratori”

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy