Cronaca

Ricercatori della “Gabriele d’Annunzio” impegnati nella Campagna Nazionale a sostegno della ricerca in fibrosi cistica

Chieti. Anche quest’anno, nei mesi di ottobre e novembre, è in programma la Campagna Nazionale della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica (https://www.fibrosicisticaricerca.it/) per raccogliere fondi a sostegno della ricerca scientifica e per sensibilizzare la popolazione sulla fibrosi cistica.
La campagna di quest’anno si chiama “Una Cura per Tutti”. Essa mira a sottolineare il messaggio che non esiste ancora una cura risolutiva per tutte le persone affette da fibrosi cistica e che la ricerca non può trascurare nessuna delle circa 2000 mutazioni che causano questa malattia. Anche un gruppo di ricercatori dell’Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” di Chieti-Pescara” che fanno parte dell’Unità di Medicina Molecolare del “Center for Advanced Studies and Technology” (CAST) dell’Ateneo, sostengono da anni la Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica in questa missione, impegnandosi in prima persona a far conoscere a tutti la fibrosi cistica e a offrire a tutti i sostenitori il “Ciclamino della Ricerca” della F.F.C. (https://www.fibrosicisticaricerca.it/campagne-di-sostegno/ffcunacurapertutti/), che è il simbolo della campagna di sostegno. Quest’anno, sarà possibile ricevere il ciclamino e lasciare la propria offerta contattando i volontari della F.F.C. ai numeri 3389243273 (Antonio), 3355416061 (Antonella), 3936235792 (Sara).
<Affiancare la Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica nel suo impegno e nella sua sfida di trovare una cura per tutte le persone con fibrosi cistica è per noi motivo di grande orgoglio – spiegano, a nome di tutti i componenti del Laboratorio di Medicina Molecolare del CAST, il professor Mario Romano, ordinario di Scienze Tecniche di Medicina di Laboratorio, ed il dott. Antonio Recchiuti, ricercatore di Patologia Clinica della “d’Annunzio” – perché ci dà modo di sentirci parte di una grande famiglia, essendo vicini alle persone che vivono questa malattia e alle loro famiglie. La campagna di raccolta fondi FFC è anche un modo per guardare la ricerca da un altro punto di vista, più vicino alle persone, dandogli un significato più profondo ed autentico>.

Related posts

Covid-19, i numeri della fase 1 in provincia di Chieti. Schael: “E adesso evitiamo nuovi mini focolai”

redazione

La situazione delle partecipate Autoservizi Cerella Srl e Sistema Srl

redazione

Chieti, “Filosofia e nuovo mercato del lavoro”: conferenza internazionale al Campus universitario

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy