Politica

Pescara, Pignoli (Udc) si richiesta riunione urgente maggioranza

Pescara. “Una risposta immediata dell’Amministrazione Comunale per mettere in campo tutti gli strumenti necessari per affrontare l’emergenza sanitaria”. Lo hanno detto questa mattina nel corso di una conferenza stampa tenutasi a Palazzo di Città il capogruppo dell’Udc Massimiliano Pignoli e il coordinatore cittadino Vincenzo Serraiocco, per chiedere una riunione urgente della maggioranza, alla luce dell’acuirsi dell’emergenza sanitaria per il contrasto al Covid 19. “Dopo il DPCM il segretario cittadino ha riunito il capogruppo e il comitato cittadino e ci siamo sentiti in dovere di scrivere lettera al sindaco affinché convochi una riunione di maggioranza, con all’ordine del giorno quattro punti: l’apertura del Coc per andare incontro alle esigenze di tante persone che sono in casa in quarantena o isolamento fiduciario, o anche persone anziane che hanno anche difficoltà ad andare a fare la spesa, e che attraverso il Centro Operativo Comunale potrebbero avere un grande aiuto. Seconda cosa creare una Cabina di regia per il Covid 19. La pandemia è sempre più forte e dunque occorre una task force con il sindaco assessori e consiglieri, anche di opposizione perché in questi casi bisogna coinvolgere tutti perché il Covid non ha un colore politico, ma agire per andare incontro a chi è più in difficoltà. Noi come Udc in Giunta, attraverso l’assessore Nicoletta Di Nisio, siamo da tempo impegnati per essere al fianco di vecchi e nuovi poveri per cui auspichiamo un coinvolgimento di tutte le parti politiche.

Terzo, utilizzare una parte dei fondi destinati al Natale per intervenire subito per chi oggi è rimasto senza lavoro, o è in cassa integrazione ma non prende i soldi da mesi. Riteniamo – prosegue Pignoli – che il sindaco si debba attivare per tutelare le persone più in difficoltà di fronte ad un Governo incapace che ha pensato solo a chiudere le attività. Per questo come quarto punto chiediamo che si provveda anche, se necessario ad una variazione di bilancio per poter destinare maggiori fondi a coloro che, e sono sempre di più, non cercano neanche più il lavoro che non c’è ma almeno un buono spesa per andare avanti e sfamare i figli. Ci facciamo portavoce di questi bisogni – conclude Pignoli – e dunque aspettiamo che il sindaco convochi questa riunione”.

Il coordinatore cittadino Vincenzo Serraiocco: “Così dopo il Lockdown di marzo scorso, anche oggi ci troviamo di forte ad una vera e propria emergenza sanitaria, ma anche sociale ed economica che dobbiamo provare a gestire nel modo migliore perché per esempio, con la chiusura dei locali alle 18, quando in una città come Pescara è da quell’ora che si comincia davvero a lavorare, senza parlare poi della chiusura di palestre e piscine, andiamo incontro ad un periodo forse ancora più buio di quello passato e che per questo bisogna affrontare, facendo affidamento su tutti gli strumenti economici ma anche amministrativi a disposizione”.

Related posts

«L’Archeologo di Dio» di Roberto De Giorgi. Nel romanzo un professore texano racconta la sua vita dalle avventure in Palestina a Megiddo per finire in Messico

admin

Terme di Caramanico, Paolucci e Mazzocca: “Il lungo silenzio della Regione”

redazione

Pubblicato il bando per partecipare alla seconda edizione di Sinestetica, concorso nazionale di poesia per autori e studenti

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy