Politica

Maccio Capatonda a Pescara per il Flaiano Film Festival

Pescara. Va al regista, attore e comico Maccio Capatondail premio “Vini, Volti, Valori”, assegnato da Codice Citra con i Premi Internazionali Flaianoa un personaggio abruzzese che si è particolarmente distinto nel mondo del cinema. La cerimonia di premiazione si svolgerà sabato 15 luglioalle 20.30, nell’ambito del “Flaiano nelle piazze”presso loStadio del Mare di Pescara (Piazza Primo Maggio – Nave di Cascella) prima della proiezione del film Omicidio all’Italiana, realizzato dallo stesso regista. A consegnare il riconoscimento saràValentino Di Campli, presidente di Codice Citra.

Marcello Macchia, noto con il nome d’arte di “Maccio Capatonda” (suo celebre personaggio), è nato a Vasto sebbene sia cresciuto a Chieti, città nella quale ha iniziato a realizzare i suoi primi sketch comici. Ha partecipato ai programmi televisivi Mai dire Lunedì e Mai dire Martedì.
Nel 2013 è ideatore, regista e interprete principale della serie televisiva di MTV “Mario”. Ha studiato a Perugia tecniche pubblicitarie laureandosi nel 2001. Dopo diverse esperienze, in televisione, radio e come pubblicitario, nel 2017 dirige ed interpreta il film distribuito da Medusa Film “Omicidio all’italiana” in cui recitano anche Nino Frassica e Sabrina Ferilli.
Il film è stato girato in Abruzzo, principalmente nel borgo alto di Corvara in provincia di Pescara, dove viene riprodotta la vita di un tranquillo paesino inventato Acitrullo, che viene sconvolto e sale alla ribalta per un “apparente e fittizio” omicidio che richiama l’attenzione della stampa nazionale.

“Siamo onorati di poter consegnare il nostro premio a un giovane regista di grande talento come Maccio Capatonda, esempio dell’eccellenza delle giovani generazioni di talenti nati in terra d’Abruzzo. Con il suo film e la sua ironia dissacrante, il regista ha saputo far luce su una tematica di grande attualità con un linguaggio nuovo e non comune. La cifra è quella della comicità demenziale che racconta come oggi la cronaca nera sia resa alla portata di tutti da una stampa che si improvvisa squadra investigativa e dal un pubblico che vuole conoscere tutti i dettagli della scena di un crimine e si aspetta di trovarli in televisione. Con il suo stile fatto di gag e di una demanialità sana e dissacrante, Maccio Capatonda ha fatto veramente centro”.

Il premio “Vini, Volti, Valori” di Codice Citra, giunto alla quarta edizione, nel 2014 è stato attribuito allo storyboarder Cristiano Donzelli, nel 2015 a Stefano Odoardi, regista abruzzese del film “Mancanza – Inferno”, che racconta il dramma del terremoto de L’Aquila, e nel 2016 al regista pescarese Roberto Zazzara che racconta l’antica tradizione della transumanza.

I Premi Internazionali Flaiano, fondati nel 1973 per onorare la memoria di Ennio Flaiano e riproporre costantemente lo studio della sua opera, costituiscono una struttura articolata in una serie di manifestazioni, rassegne, convegni, spettacoli nei quali confluiscono motivi concreti di cultura: nel senso specifico di produzione di “fatti” letterari, teatrali, cinematografici, televisivi che culminano nelle giornate estive e autunnali della consegna dei premi.

INGRESSO LIBERO

Related posts

San Salvo, la quarta edizione del concorso artigianato creativo

admin

Rifondazione Comunista: “Lockdown generale subito, con reddito universale tramite tassazione patrimoniale”

redazione

Legge riordino Tribunali approvata in Consiglio Regionale, Fedele: “Un passo importante, ma non basta”

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy