Politica

Pescara, emergenza sfratti. Pignoli: “Centinaia di famiglie rischiano di restare senza casa”

Pescara. “Quello che sta accadendo da alcune settimane è allarmante e per questo abbiamo deciso di convocare questa conferenza stampa per denunciare come al sottoscritto e al consigliere comunale Berardino Fiorilli arrivano quotidianamente persone con atti giudiziari di sfratto. Parliamo di centinaia di famiglie. Chiaramente gli sfratti in questo periodo di emergenza sanitaria sono sospesi ma le procedure amministrative vanno avanti e quando ci sarà lo sblocco degli affitti queste persone resteranno a piedi e senza casa. I proprietari di abitazioni legittimamente vogliono essere pagati da persone che sono senza lavoro, o senza cassa integrazione o senza sussidi e quindi questo credo sia un problema da non sottacere e di cui l’Amministrazione Comunale dovrebbe occuparsi e farsi garante di queste persone e rivolgersi e chiedere l’intervento della Regione che è l’ente superiore per poter stanziare aiuti e contributi per questi cittadini che rischiano di restare senza casa e non avendo busta paga ed entrate non sarebbero in grado di poter chiedere in affitto una nuova abitazione considerando che non potrebbero portare garanzie. Una situazione difficile, al momento congelata che però fra qualche tempo rischia di esplodere perché le case popolari languono, la graduatoria è ferma anche perché si stanno esaminando i ricorsi per cui la situazione rischia davvero di deflagrare”. Anche il consigliere comunale Berardino Fiorilli spiega: “Oggi è importante lanciare questo grido di allarme perché se è vero che c’è uno stop e una proroga agli sfratti fino al 30 giugno, il problema resta ed esploderà il giorno dopo per cui credo che sia opportuno occuparcene oggi un po’ come è successo con il blocco dei licenziamenti: si blocca il problema ma non lo si risolve. Questo significa che oggi dobbiamo occuparcene come Amministrazione Comunale perché chiaramente le competenze sono di tipo governativo ma il cittadino viene in Comune a chiedere aiuto e allora per evitare di restare con un problema pronto ad esplodere fra qualche tempo v nno trovate almeno soluzioni tampone andando incontro sia ai proprietari delle case che giustamente vogliono essere pagati che agli inquilini che sono nella impossibilità di poter pagare”.

Related posts

L’Isola dei Bambini di Amare Montesilvano riapre il 6 luglio

admin

In Provincia presentazione dei volumi sulla storia di Penne

admin

Elio in “Largo al Factotum” al Teatro Massimo di Pescara

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy