Cultura e eventi

Pescara, il sindaco su provvedimenti contro aggressione fascista

Pescara. “I nodi vengono al pettine e ciò è accaduto anche per lo sgradevole episodio di violenza, inutile e gratuita, avvenuto a maggio ai danni di due ragazzi frequentatori del circolo Scumm di via delle Caserme, rei di avere idee diverse da chi per affermarle usa le botte”.
Così in una nota il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, che aggiunge: “I responsabili di quell’aggressione di stampo fascista sono stati individuati e per entrambi oggi c’è l’obbligo di dimora nei comuni di appartenenza, Pescara e Silvi.
Voglio ringraziare le forze dell’ordine perché questi provvedimenti saranno sicuramente da monito per quanti sono invece convinti che per affermare le proprie idee serva la violenza. Ne sono grato anche perché a Pescara le regole ci sono e vanno rispettate: a me non piace una città dove si pestano le persone inneggiando al fascismo, né che riporti atmosfere degli anni 70, stagione di forte contrapposizione ideologica che ha visto molti ragazzi pagare anche con la vita le proprie idee.
Di questo non abbiamo bisogno, abbiamo bisogno di essere inclusivi, abbracciare e dare esempi positivi di accoglienza, perché la diversità è ricchezza e perché un modello che ha causato sofferenza, morti e guerre di certo non è un buon orizzonte, né un esempio per un futuro migliore”.

Related posts

Chiamata pubblica per i futuri assessori M5S di Bucchianico

admin

Pettinari a gamba tesa sulla gestione del servizio idrico

admin

Vasto, Menna e Melone su fondi Tribunale

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy