Politica

M5S Pescara su impianto sportivo di Colle Breccia

“L’assessore Martelli si arrampica sugli specchi, sviando le responsabilità”

Pescara. Prosegue la vicenda sollevata dal Movimento 5 Stelle sul project financing dell’impianto sportivo di Colle Breccia, con l’audizione dell’assessore allo Sport e al patrimonio comunale, Patrizia Martelli, nella seduta di Commissione Controllo e Garanzia di questa mattina. Convocazione richiesta dopo che la settimana scorsa, in un altro confronto, la Commissione Tecnica che ha valutato i 4 progetti concorrenti, non aveva sciolto i tanti dubbi sollevati dai consiglieri pentastellati su una procedura con molte lacune e ben poca trasparenza. Una procedura nella quale è stato riconosciuto l’interesse pubblico ad un progetto senza criteri ufficiali e con il piano finanziario che non riporta tra i ricavi gli incassi di un ristorante e un negozio, sbilanciando a favore del privato il piano economico finanziario.

“Quello che abbiamo ascoltato questa mattina – commenta il consigliere M5S Paolo Sola – è il più classico degli scaricabarile tra la politica e gli uffici tecnici con l’Assessore allo Sport che, togliendosi ogni responsabilità, ha candidamente ammesso di essersi fidata del lavoro della commissione di valutazione dei Project financing proposti da ben 4 privati sull’impianto sportivo di Colle Breccia al Bivio di San Silvestro. Non si è visto e non vuole vedere, nemmeno dopo le criticità denunciate dal Movimento 5 Stelle, tutti gli aspetti che, se approfonditi, farebbero certamente revocare il diritto di prelazione alla società “Village sport” nella gara necessaria ad affidare 480 mila euro di lavori per la ristrutturazione e la successiva gestione dell’impianto.”

“È imbarazzante trovarsi di fronte un assessore che si arrampica sugli specchi – prosegue il consigliere pentastellato – facendo rimbalzare sui tecnici responsabilità evidentemente politiche. Se prima la giunta e l’assessore Martelli potevano essere colpevoli di sola negligenza nel non aver nemmeno aperto il progetto approvato dall’organo esecutivo, oggi alla luce di quanto emerso in consiglio comunale e in commissione, ci troviamo di fronte alla complicità di chi invece ha stabilito i criteri per la verifica dei progetti, solo dopo che questi sono arrivati in Comune, senza che siano stati resi pubblici e senza che la politica abbia stabilito un minimo criterio. L’assessore Martelli non ha chiarito l’assenza nel piano finanziario del progetto ritenuto migliore dei ricavi di un ristorante e di un negozio, sbilanciando di fatto a favore del privato il vantaggio della gestione di un impianto pubblico che sarà privatizzato per i prossimi 20 anni, se la giunta Masci andrà avanti, né ha chiarito come si possa a parità di cifre d’investimento, ritenere migliore un progetto che prevede la privatizzazione per 20 anni piuttosto che 10 o 12, come proposto da altri”.

Il Movimento 5 Stelle chiede di annullare in autotutela la delibera di giunta che riconosce l’interesse pubblico al progetto selezionato, e riaprire una gara pubblica sulla base di un progetto elaborato dal Comune di Pescara, e non dai privati, con criteri chiari e trasparenti sin dall’inizio. Richiesta che, però, l’assessore Martelli ha dichiarato di non voler valutare, certa di una procedura a suo dire senza ombre.

Related posts

Le musiche di Paolo Conte nel concerto del Trio Debussy & Friends al Teatro Massimo di Pescara

admin

Paola Giglio in “Finalmente sola” per Teatro D’Autore al Florian Espace

admin

Al via il progetto “Torresi d’origine che hanno fatto grande Pescara”

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy