Cronaca

Trasporto animali vivi, intensificati i controlli della Polizia Stradale di Chieti

Chieti. Con l’arrivo della Pasqua aumenta il commercio degli agnelli, così il Comando Polizia Stradale di Chieti ha intensificato, nei giorni scorsi, il controllo sul trasporto degli animali vivi, finalizzati alla verifica degli aspetti di tipo igienico-sanitario nonché sulla regolarità della documentazione e del trasporto.
Al controllo hanno preso parte gli agenti della Polizia Stradale di Chieti e di Lanciano unitamente ai veterinari del Servizio Igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche della ASL Lanciano – Vasto – Chieti, che hanno ispezionato una decina di automezzi, in transito sulla A14, e in particolar modo al casello di Lanciano, utilizzati per il trasporto nazionale e internazionale di equidi, suini avicoli, e in questo periodo in particolar modo agnelli destinati al macello.
I controlli hanno riguardato l’idoneità degli animali al trasporto, i requisiti dei mezzi, le pratiche di trasporto, la documentazione anche di tipo sanitaria che i conducenti devono avere al seguito, nonché anche il rispetto dei tempi di guida e di riposo al fine di garantire maggiori livelli di sicurezza stradale.
Non sono state riscontrate violazioni specifiche, avendo i controlli accertato la piena regolarità dei trasporti. Solo in un caso, ad un autista italiano, che trasportava un carico di oltre 300 agnellini, dalla Romania alla Basilicata e Calabria, è stata contestata una violazione relativa alla normativa europea sui tempi di riposo; gli agenti infatti hanno accertato che l’autista aveva fatto solo 5 ore di riposo rispetto alle 9 prescritte; il conducente è stato pertanto sanzionato con un verbale di oltre 400 euro e 10 punti decurtati dalla patente.
I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni.

Related posts

Il nuovo scenario dei trasporti: ecco come TUA vuole cambiare la propria organizzazione

redazione

Vasto conquista un’altra Bandiera Blu, Della Penna: “Riconoscimento che accredita la qualità del nostro mare”

redazione

Inquinamento atmosferico e Covid-19, l’Arta Abruzzo protagonista nel progetto di ricerca nazionale “Pulvirus”

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy