Economia

Trasversalità Est-Ovest: posizione di sedici associazioni di categoria e sindacali

Pescara. Le associazioni datoriali e sindacali firmatarie del presente comunicato ribadiscono con forza la necessità di comprendere l’Abruzzo nella revisione delle reti transeuropee Ten-T e precisamente nel corridoio intermodale (derivazione del corridoio 5) secondo le indicazioni del Parlamento Europeo che mirano ad interconnettere la penisola Iberica, quella italiane e quella Balcanica (Barcellona-Civitavecchia-Ortona-Ploce) come l’intervento infrastrutturale più lineare ed economicamente vantaggioso rispetto a percorsi alternativi che escluderebbero la nostra regione dallo sviluppo economico e territoriale derivante dal passaggio delle rete intermodale europea.

Resta inoltre da considerare la dotazione infrastrutturale insistente lungo la trasversale Est-Ovest con un asse autostradale (A24 e A25), un Autoparco ad Avezzano non ancora attivo e, sulla costa, un Interporto di oltre 100.000 mq con binari ferroviari con un potenziale tutto da sviluppare, con un Aeroporto a fine autostrada e i Porti di Pescara e Ortona come finestra sui Balcani.

Le Associazioni tutte chiedono, a gran voce e senza alcun indugio, ai vertici della regione Abruzzo, ai Parlamentari abruzzesi, all’Autorità Portuale di Sistema, una presa di posizione netta, chiara e pubblica verso il Governo centrale e verso la Commissione UE per il pieno riconoscimento della trasversale Est-Ovest da Civitavecchia a Pescara/Ortona inerente corridoio trasversale 5 delle reti transeuropee.

Related posts

Con Grimaldi Lines prenoti serenamente l’estate desiderata

redazione

Riccardo Padovano (Confcommercio Pescara) su ritorno in zona gialla

redazione

Un patto per l’estero, Silvano Pagliuca: “Nello scenario internazionale gli imprenditori non sono soli”

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy