Sport

Pallamano, Serie B: Pescara comodo in gara-1 di semifinale, 45-27 a Monteprandone

Pescara. Gara-1 di semifinale dei play-off si rivela un assolo biancoazzurro. La Ogan Pescara espugna con un largo 45-27 (p.t. 19-11) il Palasport di Colle Gioioso, casa del Monteprandone, portandosi in vantaggio nella serie che sancirà le qualificate alla finale promozione del prossimo 6 giugno al Centro Tecnico FIGH di Chieti. Partita di fatto senza storia nonostante l’imprevisto iniziale della squalifica comminata, dopo 4’37’’ e sul punteggio di 2-1, a Francesco Rigante per un intervento difensivo ritenuto eccessivamente aggressivo dalla coppia arbitrale.
Perso subito il classe ’93, tra i migliori realizzatori della stagione, Pescara è però abilissima a resettare mente e corpo. La risposta allo scossone dell’avvio è oltremodo veemente: break di 8-1, con Davide Pellegrini e Alessandro Facchini protagonisti, per fissare il punteggio sul 10-3 al quarto d’ora. Nonostante il tentativo dei marchigiani di tornare in carreggiata (10-6), Pescara, che per l’occasione ritrovava i lungodegenti Marco Ciarrocchi e Simone Pellegrini, torna nuovamente ad accelerare. Altro parziale (8-1) e al 25’ il tabellone recita 18-7. Intervallo sul 19-11 e partita segnata.
Monteprandone tornerà sul 19-14, ma mai oltre. Le folate biancoazzurre appaiono inarrestabili: un break di 5-0 vale il 30-18 al 40’, un altro 4-0 successivo serve a dilagare fino al 38-23. Largo 45-27 al fischio di chiusura.
“A livello personale è stato bellissimo ritrovare il campo dopo l’infortunio: non ho riscontrato problemi particolari sotto l’aspetto fisico e mi sono divertito molto”, dice a margine dell’incontro Simone Pellegrini, autore di sette reti nella partita del Colle Gioioso. “Siamo contenti per la vittoria: l’abbiamo meritata instradando da subito la partita con un’ottima difesa. Il break iniziale ci ha aiutati a sciogliere la tensione. La tenuta nel corso del match credo sia stata quella giusta e il risultato lo dimostra. Ora testa già a gara-2: siamo impazienti di giocare e vogliamo chiudere la serie per proiettarci sull’obiettivo finale della nostra stagione”.
Il consistente +18 di gara-1 non avrà comunque incidenza in gara-2, dove Pescara sarà chiamata a fare comunque risultato (una vittoria o un pareggio) per staccare il pass per la finale del 6 giugno sul neutro di Chieti e affrontare la vincente del duello nell’altra metà del tabellone tra Cingoli e Città Sant’Angelo. Per gli adriatici retour-match al Pala Giovanni Paolo II il 23 maggio alle ore 18:00.
I marcatori del Pescara:
Monteprandone – Ogan Pescara 27-45 (p.t. 11-19)
Tornincasa, Colaprete, Ciaccio, Ciarrocchi 1, Di Marco 4, Facchini 8, Falcone 2, Ferri, Loporcaro, Pellegrini S. 7, Pellegrini D. 11, Pieragostino 10, Rigante, Sabatini 2. All: Michele Mastrangelo

Related posts

Francesco Ghirelli, Presidente della Lega Pro: “La svolta: liste con nessuna limitazione di età”

redazione

Appello della lista candidata alla giunta del Coni Regionale “Con lo Sport d’Abruzzo nel Cuore”

redazione

La Polizia Municipale città di Montesilvano ha conquistato il titolo italiano di calcio a 5

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy