Politica

Chieti, la Lega al sindaco: “Sulla Sanità dimostraci cosa hai fatto anziché polemizzare”

Chieti. “Ci sembrano incredibili le argomentazioni con cui il sindaco ci accusa di assenza sulle tematiche sanitarie della città: sarà anche un ottimo medico ma di amministrazione sanitaria non crediamo ne mastichi molto: ci accusa di non aver fatto nulla per ottenere la qualifica di Dea di secondo livello, ma forse non sa che le scelte della Regione sono state di non stabilire su nessuna realtà ospedaliera dell’Abruzzo la qualifica di Dea di secondo livello proprio per evitare scontri di campanile, privilegiando invece il riconoscimento alle specialistiche. E in questo anche a Chieti al pari di Pescara, ne è stata riconosciuta una.
Allora che battaglia avremmo dovuto fare?
Parla poi dell’impegno del Comune sulla pandemia, ma dimentica che hanno perso settimane inseguendo un hub per le vaccinazioni da farsi nella struttura dell’asilo Nido “Peter Pan” inutilmente. Se non fosse stato ancora una volta l’intervento dell’Ateneo che ha messo a disposizione il suo palazzetto, saremmo ancora ad inseguire i voli pindarici del sindaco.
Quanto agli spostamenti delle strutture da Chieti, si informi un po’ meglio, la necessità di spazi dovuto allo sforzo di contrasto alla pandemia che la nostra struttura ha prodotto, ha richiesto un temporaneo spostamento di tali strutture.
Ma ci chiediamo, se anziché fare questi appunti a noi che siamo opposizione, non sarebbe più opportuno dire alla città cosa ha fatto lui da Autorità Sanitaria su queste tematiche?
Se lui ritiene che il nostro ospedale è stato penalizzato, ci dica cosa ha fatto per difenderlo!
Lui ha ruolo e ( dovrebbe avere ) competenze per intervenire ed invece si limita a polemizzare con noi?
Sindaco faccia un po’ di fatti che il tempo delle chiacchiere è finito”. Si legge così in una nota del gruppo consigliare Lega Salvini Abruzzo al Comune di Chieti.

Related posts

Meritocrazia Italia, focus del mese di aprile: “La giustizia pilastro della civiltà”

redazione

Credito, Febbo: “Il Pd taccia per rispetto degli abruzzesi”

redazione

Montesilvano, Rifondazione Comunista: “La violenza di genere è adesso, in casa nostra e riguarda noi. No uso politico della memoria”

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy