Politica

Fregene, i premiati del Premio Pianeta Azzurro

Fregene. Nomi di prestigio allungano l’Albo d’onore del Premio ‘Pianeta Azzurro – I Protagonisti’, giunto alla sua XVI edizione, manifestazione che si svolgerà domani a Fregene, presso il Centro Internazionale Museo di Scultura Contemporanea (Lungomare di Ponente, 66/A), a partire dalle ore 18:00.
Il Premio, presieduto dalla scultrice Alba Gonzales, negli anni ha insignito importanti personalità della cultura, dell’arte, della musica, del teatro, del cinema, del giornalismo e della scienza.
Quest’anno, la Giuria ha scelto, com’è di tradizione, dieci personaggi significativi per il loro impegno nei settori d’azione, quali:

– Luca Barbareschi
Attore, Produttore, Regista e Imprenditore teatrale
– Elena Bonelli
Attrice, Cantante e Regista

– Luca Bracali
Fotografo, Regista e Conduttore TV
– Cristian Contini
Gallerista ed Editore
– Grazia Cucco
Pittrice
– Derrick de Kerckhove
Sociologo, filosofo, accademico di fama internazionale
– Tommaso Le Pera
Fotografo teatrale
– Gabriele Simongini
Storico dell’arte, Saggista e Critico d’arte
– Andrea Sarubbi
Giornalista
– Cinzia Tani
Scrittrice e giornalista
Nel Teatro dello Spazio Open del Centro – Museo, sul palco disegnato dall’architetto Enrico Job, con la regia di Gianni Afola, saliranno i premiati per

ricevere il bronzo ‘I Protagonisti’, creato da Alba Gonzales nel 1989, allorché l’evento fu lanciato.
Animerà la premiazione, presentata da Marta Iacopini, un programma musicale e di letture poetiche, con l’attrice Barbara Amodio, i concertisti di fama internazionale Casja Chojnacka (pianoforte) e Carmelo Iorio (sassofonista jazz) e con la soprano Silvia Pietrantonio.
L’evento si svolgerà nel corso del vernissage della Mostra collettiva “L’emozione si fa materia – Alba Gonzales and friends”, a cui partecipano con loro opere gli scultori: Sergio Cappellini, Giorgio e Livio Conta, Sabrina Ferrari, Leonardo Lucchi, Davide Raddi e Alba Gonzales, con testi critici di Stefania Severi. Sul filo rosso del figurativo, si confrontano due generazioni di scultori, ciascuno con il proprio tocco inconfondibile nell’immaginare e realizzare opere in marmo e in bronzo.

Related posts

San Salvo, il Pd replica alla maggioranza: “Nessuna stessa attenzione, lo dice la città”

redazione

Montesilvano, “Le porte dei parchi” in mostra a Palazzo Baldoni

admin

Distretto Rotaract 2090, una borsa di studio per “cervelli” più talentuosi

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy