Cronaca

Nuove segnalazioni di persistenti cattivi odori dal depuratore di San Martino di Chieti

Il WWF: «Il sindaco intervenga con ASL e ARTA»

Chieti. Cattivi odori che appestano l’aria rendendola pressoché irrespirabile nei pressi del depuratore di San Martino, e comunque estremamente fastidiosi un po’ ovunque nella vallata e segnatamente nell’abitato di Chieti Scalo. Il WWF locale lo denuncia da anni: «Le prime segnalazioni ufficiali alle autorità – ricorda la presidente del WWF Chieti-Pescara Nicoletta Di Francesco – risalgono almeno al 2015 e da allora si sono periodicamente ripetute».

«Nelle ultime settimane decine di cittadini si sono nuovamente rivolti alla nostra associazione perché le puzze (definirli “cattivi odori” è insufficiente) sono tornate a farsi sentire con insistenza mettendo in difficoltà soprattutto chi abita in quella zona e chi è costretto a restarci per molte ore al giorno per questioni di lavoro: nelle segnalazioni arrivate al WWF si racconta di “aria irrespirabile, nauseante” che “a tratti crea anche bruciori alle vie respiratorie” e di “situazione veramente raccapricciante”».

«Chiediamo al sindaco – conclude la presidente – di intervenire sul posto coinvolgendo la Asl e l’ARTA. Al di là delle nostre ripetute segnalazioni agli inquirenti, che hanno comportato negli anni varie inchieste sulla gestione dell’impianto, c’è un problema di fondo che non è stato mai risolto ed è quello relativo al buon funzionamento del depuratore stesso che dev’essere garantito evitando a ogni costo eventuali sversamenti di sostanze nel fiume e presenza di pessimi odori nell’aria».

Related posts

Pescara, viale d’Annunzio: completata la fase di demolizione del palazzo inagibile

redazione

Poste Italiane: da inizio anno realizzati 104 interventi nei piccoli comuni della provincia di Chieti

redazione

Riaprono i parchi pubblici a San Giovanni Teatino, con il supporto della Protezione Civile

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy