Politica

Pescara, Rapposelli (Fratelli d’Italia) su Commissione per abbattimento barriere architettoniche attività commerciali

Pescara. “Scatta il piano per l’abbattimento delle barriere architettoniche nelle attività commerciali al fine di garantire piena accessibilità in tutti i negozi per tutti gli utenti, a partire dai diversamente abili. Gli esercenti che aderiranno dovranno impegnarsi a dotare il locale di una pedana mobile, da installare all’occorrenza, ovvero quando un diversabile chiederà di entrare, allertando della propria presenza attraverso un campanello che sarà posizionato all’ingresso dell’attività stessa, dunque un’iniziativa di semplice attuazione, ma di grande sensibilità, che si tradurrà nella stipula di una convenzione ad hoc con le Organizzazioni di categoria. Il Comune di Pescara, in tale ambito, garantirà la promozione delle attività che avranno dato la propria adesione creando una app specifica a disposizione dell’utenza fornendo l’elenco delle attività solidali”. Lo ha detto il Presidente della Commissione Commercio e Attività Produttive Fabrizio Rapposelli ufficializzando l’esito della Commissione che ha visto la partecipazione di Carmine Salce per la Cna, Carlo Nicoletti per la Confcommercio, Gianni Taucci per Confesercenti, Massimiliano Pisani per la Confartigianato, Angelo Allegrino per la Ascom Abruzzo e dell’assessore alle politiche sociali Nicoletta Di Nisio.
“L’obiettivo – ha spiegato il Presidente Rapposelli – è contribuire alla realizzazione di una città realmente libera da barriere architettoniche e inclusiva, accogliente con tutti, a partire dalle categorie più fragili, che possono essere utenti diversamente abili, costretti su una carrozzina, così come anziani con problemi generici di deambulazione. Sotto questo profilo l’amministrazione comunale sta lavorando con la realizzazione del PEBA, il Piano di eliminazione delle barriere architettoniche, pronto per marzo 2022, ma una delle criticità che ancora continuiamo a registrare sul territorio è la piena accessibilità delle attività commerciali, nate in edifici che hanno quaranta o cinquant’anni, ovvero quando le sensibilità erano sicuramente diverse da quelle odierne, e ci si preoccupava solo marginalmente delle difficoltà che magari un soggetto diversamente abile avrebbe potuto registrare nell’entrare in un qualunque negozio. Oggi fortunatamente tale esigenza è divenuta un diritto riconosciuto e l’amministrazione comunale aveva già iniziato ad affrontare la criticità nel 2019, proprio per volontà del sindaco Masci, avviando i primi colloqui con le Associazioni di categoria, poi interrotti, ovviamente, con l’avanzare dell’emergenza Covid, colloqui che però oggi vanno assolutamente ripresi. Il progetto in realtà è di facile realizzazione, ovvero: tutti i commercianti che aderiranno, dovranno dare la propria disponibilità a dotarsi di una pedana mobile per l’accesso dei diversamente abili. Quando un cliente in carrozzina o con una difficoltà di deambulazione si presenta all’ingresso di un negozio, troverà un campanello che darà modo al proprietario o al commesso di montare rapidamente lo scivolo per permettere l’accesso del cittadino, per poi rimuovere la pedana stessa, un piccolo espediente già ampiamente utilizzato altrove e che addirittura, secondo i dati disponibili, avrebbe determinato per molte attività un incremento nelle vendite. Peraltro la pedana mobile sarebbe preferibile rispetto a una pedana fissa per due ragioni: innanzitutto perché non rappresenta un’occupazione del suolo pubblico, con tutti gli oneri connessi; in secondo luogo perché non tutte le attività hanno caratteristiche tali da permettere uno scivolo fisso che spesso potrebbe rappresentare un ostacolo pericoloso nel transito pedonale ordinario. Fondamentale – ha aggiunto il Presidente Rapposelli – il ruolo del Comune che, proprio per incentivare l’adesione dei commercianti, potrebbe creare una app, collegata ai social istituzionali, con l’elenco delle attività solidali che garantiscono pari diritti di accessibilità in modo concreto, che diventerà uno strumento di promozione. A questo punto sarà l’assessore Di Nisio a riallacciare le fila del progetto con il supporto della Commissione Commercio, confermata la disponibilità delle Organizzazioni di categoria”.

Related posts

Coronavirus, Febbo: “Assicurati alimenti per gli animali dello Zoo D’Abruzzo”

redazione

WWF e Stop 5G Chieti hanno incontrato III e VI Commissione consiliare di Chieti

redazione

Barbara Stella su emergenza maltempo in Abruzzo

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy