Cronaca

Terna avvia la Consultazione Pubblica per l’Adriatic Link

cavo sottomarino

Dal 6 al 9 settembre Terna presenterà il progetto ai Comuni di Montesilvano, Città Sant’Angelo, Cappelle sul Tavo, Spoltore e Cepagatti in provincia di Pescara e Silvi in provincia di Teramo

Roma. Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale, organizza quattro giornate per presentare il progetto Adriatic Link ai Comuni abruzzesi coinvolti ed avviare la Consultazione Pubblica al fine di raccogliere quesiti, osservazioni e pareri di cittadini e stakeholder.

Tutti gli incontri, che si terranno in modalità digitale sulla piattaforma Teams, si svolgeranno dalle 17.00 alle 19.00. Primo appuntamento lunedì 6 settembre per i Comuni di Cappelle sul Tavo e Montesilvano in provincia di Pescara. Seguiranno, il 7 settembre, i Comuni di Silvi in provincia di Teramo e Città Sant’Angelo nel pescarese. L’8 settembre sarà il turno del Comune pescarese di Cepagatti. Terminerà il ciclo di incontri, il 9 settembre, il Comune di Spoltore in provincia di Pescara.

Per l’Adriatic Link, il nuovo elettrodotto sottomarino in corrente continua che unirà Abruzzo e Marche, inserito nel Piano di Sviluppo della rete elettrica nazionale, Terna investirà oltre 1 miliardo di euro, coinvolgendo circa 120 imprese tra dirette e indotto. La lunghezza totale del collegamento sarà di circa 270 km, di cui 230 km in cavo marino.

Sia nelle Marche, sia in Abruzzo l’immissione dei flussi di corrente nella Rete di trasmissione nazionale sarà resa possibile da una nuova stazione di conversione da corrente continua a corrente alternata collegata all’approdo attraverso una linea in cavo.

Nel tratto abruzzese dell’infrastruttura, dall’approdo alla stazione di conversione, il cavo interrato percorrerà per circa 25 km prevalentemente strade già esistenti, lasciando inalterati ambiente e paesaggio. Per quanto riguarda la nuova stazione di conversione l’ipotesi è di realizzarla nei pressi dell’ esistente Stazione elettrica di Terna a Cepagatti.

Terna definisce le possibili posizioni di stazioni e cavi interrati in base a criteri di minima interferenza con le zone di pregio ambientale, naturalistico, paesaggistico e archeologico, evitando aree urbanizzate o di sviluppo e, allo stesso tempo, riducendo al minimo i raccordi con le stazioni.
L’opera al momento si trova nella fase di Concertazione e Progettazione. Dal dicembre 2020 ad oggi, Terna ha organizzato più di 80 incontri con amministrazioni regionali e comunali, associazioni presenti sui territori e cittadini. Grazie al lavoro condiviso sono state selezionate le migliori alternative progettuali che saranno oggetto della Consultazione Pubblica.
Dal 14 settembre e fino al 29 ottobre 2021, amministrazioni, cittadini e portatori di interesse potranno presentare le proprie osservazioni scrivendo a info.marche-abruzzo@terna.it. Queste faranno parte della documentazione che sarà inviata al Ministero della Transizione Ecologica.
Sarà possibile ricevere tutte le informazioni e gli aggiornamenti sul progetto sulla pagina dedicata del sito Terna all’indirizzo: www.terna.it.

Related posts

I Carabinieri del Comando Tutela Lavoro scendono in campo per contrastare il fenomeno del caporalato in ambito nazionale tra i riders operanti per le principali piattaforme virtuali

redazione

Fossacesia, recuperati dagli artificieri gli ordigni bellici: riaperte balneazione e spiaggia

redazione

Pescara, “La salute scende in piazza”: villaggio a Piazza della Rinascita

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy