Cultura e eventi

San Giovanni Teatino, Massimiliano Bronzino Cesario: “Il Social Housing non è stato accantonato”

San Giovanni Teatino. “Se c’è un’emergenza sul territorio e il Comune ha la possibilità di risolverla, è un dovere, per una buona e attenta amministrazione, intervenire rimodulando la scaletta delle priorità”. Così l’assessore all’edilizia pubblica Massimiliano Bronzino Cesario replica alle esternazioni dei consiglieri SGD che, a mezzo stampa, chiedevano perchè l’amministrazione Marinucci avesse stralciato, dalla convenzione con Terna, il progetto di Social Housing “Garibaldi 49” per inserirvi quello di realizzazione di una nuova scuola per l’infanzia.
“Come in tutto l’Abruzzo, e non solo, siamo di fronte alla domanda di sicurezza insistente delle famiglie per i propri figli. A San Giovanni Teatino c’è un’ulteriore forte domanda dal mondo della scuola, di nuove aule, perchè quelle dell’istituto comprensivo non sono sufficienti. Questa amministrazione ha dovuto fare una scelta in tempi stretti, e l’ha fatta. Con responsabilità abbiamo colto l’opportunità offerta dalla convenzione con Terna, ovvero la disponibilità immediata di oltre 2,4 milioni di euro per costruire la nuova scuola dell’infanzia della quale San Giovanni Teatino ha bisogno. Un scelta condivisa dagli stessi consiglieri di minoranza che l’hanno votata”.
“Strano, piuttosto, che ora i consiglieri di SGD si interessino al progetto di social housing da loro sempre osteggiato, non contemplando affatto richieste di anziani soli, giovani coppie, gruppi monoparentali appartenenti a categorie svantaggiate, separati o divorziati con figli a carico, che noi abbiamo ascoltato e condiviso in numerosi incontri. I loro bisogni non sono stati accantonati, tutt’altro. L’amministrazione Marinucci, sulla base del lavoro svolto dall’architetto Cataldo, sta già lavorando su una soluzione realizzabile con l’approvazione del nuovo PRG in sinergia con l’assessore Chiacchiaretta. Presto la illustreremo a quanti avevano manifestato interesse e ai solerti consiglieri SGD che, nonostante la loro falsa premura, non ancora hanno capito la differenza tra alloggi popolari e social housing. Il social housing è un nuovo e innovativo modo di condivisione degli spazi pubblici da parte di categorie sociali differenti al fine di creare una piccola comunità inserita in quella più ampia cittadina, nulla a che fare con ‘case popolari'”.

Related posts

Raccolta giocattoli, abiti ed alimenti a lunga conservazione organizzata da Sinistra Italiana Chieti

admin

Iniziative della Copagri Abruzzo con l’Imsea ad Ortona

admin

Fabrizio Di Stefano: “La chiusura del Teatro Marrucino ennesimo scempio della Regione Abruzzo. La città di Chieti non può restare inerme”

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy