Cultura e eventi

Salone del Libro di Torino, l’editore Masciulli: “Sarebbe un sogno crearlo anche in Abruzzo”

Pescara. Da Catignano (Pescara) al Salone del Libro di Torino: anche una fetta d’Abruzzo, con la Masciulli Edizioni, si è tuffata nel magico mondo dei libri che tanto appassiona lettori e curiosi.

“Nonostante non avessimo uno stand fisso abbiamo comunque avuto modo di accrescere i nostri contatti, abbiamo conosciuto tanti colleghi editori per nuove collaborazioni in tutta Italia e abbiamo incontrato tanti ottimi lettori desiderosi di conoscere le novità e di avere i nostri libri che abbiamo donato con piacere – spiega Alessio Masciulli, accompagnato in questa avventura dagli autori Cesira Donatelli e Giorgio Napoletano. – Vorrei sottolineare un aspetto importante: nei libri bisogna credere con coraggio e spirito d’iniziativa; si può essere protagonisti lo stesso anche da semplici spettatori ed arrivare al cuore della gente: è stato molto bello infatti parlare con le persone, capire cosa amano leggere, ed avere un confronto anche rispetto ai tanti generi e nomi”.

Per Masciulli la bellezza del Salone sta anche nella grande affluenza di pubblico: “la lettura è una passione sempre viva, ed anzi il libro è stato grande amico delle persone anche nei momenti più difficili dell’emergenza sanitaria. Il Salone dovrebbe essere un posto dove ci si fa conoscere e si presentano novità e idee. Non sarebbe bello se anche in Abruzzo, terra di grandi scrittori, ci fosse un importante Salone del libro?”.

Related posts

Pescara, Soget: proclamazione dello stato di agitazione sindacale

admin

Belli e sani, ritorno all’Homo Erectus

admin

Wabi Sabi, disco d’esordio del progetto Luvaq

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy