Sport

Basket, un indomito Lanciano fa tremare la capolista Amatori

Pescara. Descrivere in poche parole il big match del sesto turno di C Gold, tra Amatori Pescara ed Unibasket Lanciano sarebbe difficile e semplicemente riduttivo, viste le tante emozioni, gli episodi e le chiavi di lettura che hanno caratterizzato l’atteso match del Pala Elettra, una partita giocata a viso aperto dai padroni di casa, primi in classifica ed imbattuti ed i rossoneri frentani che pur forti di quattro successi in cinque gare, partivano sfavoriti, ma con il chiaro obiettivo di vendere cara la pelle e di confermarsi come una delle migliori formazioni del girone abruzzese-molisano. E se la terza vittoria esterna non è arrivata con il Lanciano che si ferma ad un passo dall’Everest, più che centrati sono i suddetti obbiettivi del collettivo rossonero.
Un Lanciano grintoso, solido e mai domo fa sudare il Pescara, pagando alla causa della gioventù e dell’inesperienza alcuni episodi chiave che forse, avrebbero potuto girare la gara in suo favore, consegnandole due punti pesanti ed una vittoria forse inaspettata ma senza dubbio possibile e meritata se si analizzano con attenzione gli ultimi vibranti istanti di gara.

Seconda sconfitta stagionale per gli uomini di coach Di Tommaso che non intacca anzi, da valore alla prestazione ed al cammino dei rossoneri che ora, dopo aver smaltito la giusta delusione per la sconfitta, inizieranno a prepararsi per il nuovo appuntamento interno di sabato 27 quando sul parquet del Palazzetto dello Sport sarà di scena la Teate Basket.

Questa la cronaca della gara:

Castorina vara l’Amatori con Di Salvia e Kordis in regia, Pichi e Serroni sugli esterni e Dondur sotto le plance: coach Di Tommaso risponde invece con il collaudato quintetto composto da Balilli, Maralossou Dabangdata, Comollo, Lakic e Munjic. È proprio il capitano rossonero a catturare il primo possesso ed a segnare i primi punti della contesa: Dondur pareggia subito ma sul nuovo possesso il Lanciano allunga sul 2-7 grazie ai liberi di Comollo ed alla marcatura di Balilli. L’Amatori prova a reagire con Serroni (decisivi per i padroni di casa i suoi 20 punti) ma è ancora un dominante Munjic a trovare la via del ferro. Il Pescara si riorganizza però in fretta trovando la parità grazie al solito Dondur e ad una bomba di Pichi che viene subito emulatz da Maralossou Dabangdata, bravo a sfruttare uno scarico di Balilli. Il nuovo vantaggio dell’Unibasket dura però poco perché i biancorossi di casa mettono per la prima volta la testa avanti, grazie ad un’altra tripla di Pichi (14-12). Munjic lascia il posto a Kadjividi con il lungo camerunense che però ferma fallosamente Dondur a cui si aggiungono subito dopo i primi punti di Kordis: momento di scarsa lucidità per il Lanciano che si ritrova presto in ritardo di otto lunghezze a causa della tripla del neo entrato Raicevic. Sul 24-16 i Frentani trovano però punti da Munjic e Comollo con il primo quarto che chiude sul 26 a 20 in favore dell’Amatori.

Il secondo quarto si apre con la bomba di Di Donato e con Serroni che tiene a nove le lunghezze di vantaggio dei suoi (31-22). Lakic e Balilli cercano di rilanciare la rimonta frentana ma è ancora Di Donato ad essere mortifero dall’arco con il canestro del 36-26 che segna il massimo vantaggio degli adriatici. L’inesauribile Munjic (22 i suoi punti odierni) sostenuto da Maralossou Dabangdata riporta però l’Unibasket fino al – 6 prima che una nuova tripla, questa volta di Di Salvia, tenga ancora l’Amatori lontana di nove lunghezze (43-34). Distacco che resta momentaneamente invariato e con cui va in archivio il primo tempo della partita.

Un fallo di Lakic manda Serroni in lunetta per tre liberi che valgono il +13 biancorosso (49-36): il buon momento di Muffa, con cinque punti consecutivi, vale ossigeno prezioso per l’Unibasket che però viene nuovamente punita prima da Kordis e poi da Serroni. Il momentaneo 55-43 farebbe vacillare chiunque, ma non il bel Lanciano odierno che grazie ad una difesa performante ed alla prolificita’ di capitan Munjic ricuce con pazienza ma inesorabilmente una gran parte dello svantaggio: ad un minuto e mezzo dalla fine della penultima frazione una elegante penetrazione di Comollo vale il 55-51. Sul nuovo possesso Amatori, Serroni compie infrazione di passi e l’Unibasket torna a farsi pericolosa grazie ad una nuova iniziativa di Munjic che mette un solo possesso di distacco tra le due contendenti (55-53). I canestri di Raicevic (lasciato colpevolmente da solo) ed il libero di Balilli chiudono il penultimo quarto sul 57-54.

Una tripla di Muffa apre l’ultima parte di gara, con la guardia frentana che trova la nuova parità (57-57) ma prima Raicevic e poi Serroni permettono di far respirare l’Amatori. Qualche scelta offensiva poco felice del Lanciano consente agli uomini di Castorina di scappare nuovamente sul +6 ma l’Unibasket è più che mai viva tornando a farsi sentire grazie ad una schiacciata di Kadjividi ed a Flavio Comollo bravo a concretizzare un extra possesso. Sul 64-63 l’atmosfera del Pala Elettra è tesissima con l’Amatori che teme di poter perdere il controllo della gara ed un Lanciano garibaldino che sogna il grande colpo: una tripla di Serroni fa esplodere il Pala Elettra con il Pescara che riesce ad allungare nuovamente sul +6. L’Unibasket però tira ancora una volta fuori gli attributi e Comollo prima e Muffa la riportano sul 71 pari tra il gelo del pubblico presente. Il nuovo possesso del Pescara si conclude con un nulla di fatto ma neanche i Frentani nonostante l’iniziativa personale di Comollo, non riescono a muovere il tabellone luminoso. Timeout Amatori ed al ritorno in campo è nuovamente Serroni a trovare il canestro del 73-71 che vale come una liberazione: nonostante il veloce timeout richiesto da coach Di Tommaso l’ultimo possesso del Lanciano si conclude con un nulla di fatto e con Kadjividi che non riesce a schiacciare sul ferro l’assist volante di Balilli.

Amatori Pescara 73 – Unibasket Lanciano 71

Amatori Pescara: Di Salvia 9, Kordis 8, Serroni 20, Pichi 6, Dondur 15, Raicevic 9, Di Donato 6, Eliseo, Peres, Latorre, Antonini, Pietrantoni. All. Castroina. Vice All. Di Iorio. Ass. Di Nardo

Unibasket Lanciano. Muffa 12, Kadjividi 8, Balilli 3, Cesarino, Bernabeo, Hasanbegovic, Maralossou 7, Munjc 22, Lakic 2, Corte, Comollo 17, Kamate. All. F. Di Tommaso, Ass. A. Iarlori e A. De Florio Progressivi: 26-20, 47-36, 57-54, 73-71

Related posts

Sambuceto Calcio, Rossetti in viola

redazione

Altra battuta d’arresto per Sieco Service Impavida Ortona: Santa Croce espugna il fortino

redazione

A Chieti trionfo della romana Fabiola Marino nella finale del campionato nazionale under 13 di Tennis

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy