Politica

San Salvo, l’opposizione: “Le regole si rispettino sempre, non solo quando conviene”

I consiglieri comunali Bolognese, Luciano, Boschetti e Travaglini tornano a chiedere lo svolgimento del Consiglio comunale in presenza

San Salvo. “Lunedì oltre 30 tra ragazzi e docenti sono stati accolti nell’aula consiliare del Comune di San Salvo. Ringraziando l’Istituto scolastico Mattioli per le attività messe in campo in merito a progetti di scambio interculturale e augurando ai ragazzi e ai docenti buona permanenza nella nostra città, cogliamo l’occasione per ribadire ancora una volta la totale scorrettezza che ha “l’odore” di una grave presa in giro, che l’amministrazione comunale di centrodestra sta continuando a mettere in atto nei nostri confronti e per il ruolo che ricopriamo come consiglieri comunali eletti democraticamente dai cittadini.
Da tempo avanziamo al Presidente del Consiglio, Eugenio Spadano la richiesta di tornare a parlare, discutere, confrontarci sulle vicende politico-amministrative della città nell’aula consiliare, quale luogo deputato allo svolgimento delle sedute del Consiglio comunale.
Tutto ciò ci è stato sempre negato con la solita filastrocca che “la situazione sanitaria legata al Covid 19 purtroppo è ancora delicata e impone ancora attenzione e responsabilità da parte di tutti”.
Alla luce però dell’ennesimo incontro pubblico avvenuto in aula consiliare con tanto di foto come in allegato e di fascia tricolore indosso, chiediamo al Presidente Spadano, al sindaco uscente e al vicesindaco Lippis, dov’era lunedì l’attenzione e la responsabilità che tanto invocano e sbandierano ai quattro venti facendo passare noi consiglieri di opposizione come persone non responsabili e non rispettosi delle regole.
Dov’era lunedì il rispetto delle regole di distanziamento sociale previste dalla normativa anti-Covid!
Basta prese in giro! Le regole a questo punto si rispettino sempre e non solo a convenienza!
Torniamo dunque a chiedere che si torni a discutere delle vicende politico-amministrative in aula consiliare e non più da remoto rispettando il dovuto distanziamento sociale che può essere garantito e si utilizzino invece altre strutture pubbliche quali “La Porta della Terra” e/o il Centro Culturale per premiazioni e incontri pubblici quali sedi più consone e adeguate per rispettare le regole anti-Covid imposte.
Dal centrodestra ci sentiamo presi in giro e il loro comportamento è anche uno schiaffo alla Democrazia!”. Si legge così in un nota di Marika Bolognese (Iv), Gennaro Luciano (Pd), Antonio Boschetti (Pd) e Fabio Travaglini (Più San Salvo).

Related posts

Il FAI – Fondo Ambiente Italiano porta bellezza a DigitaLife

admin

Ospedale di Chieti, Marcozzi: “Continuano le file chilometriche all’ingresso, situazione indegna”

redazione

Penne, un evento culturale per la riscoperta delle antiche tradizioni legate ai riti della Settimana Santa

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy