Sport

Grinta e carattere, l’Unibasket Lanciano ribalta il Magic Chieti Basket e conquista due punti pesanti

Lanciano. Se c’è un aggettivo per qualificare il Lanciano visto oggi , quello di “pazzo” andrebbe decisamente a pennello, ma tralasciando le follie sportive preferiamo mettere in evidenza la straordinaria grinta, il carattere ed il cuore infinito che questa sera i ragazzi di coach Di Tommaso hanno letteralmente “buttato” sul parquet per recuperare un inizio di gara da “horror” ed avere la meglio su un Magic più che mai deciso a fare proprio questo scontro tra le terze della classe.

Al Palazzetto dello Sport finisce 75 a 69 e per l’Unibasket che c’entra cosi la sesta vittoria in campionato si chiude al meglio un girone di andata in cui i Frentani hanno dimostrato di essere un team di livello con il talento necessario a giocarsela fino in fondo contro qualsivoglia avversario. Prima della pausa natalizia si torna però subito in campo ed i rossoneri sono attesi, per domenica prossima 19 dicembre, in casa dell’Air Basket Termoli.

Questa la cronaca della partita:

Coach Di Tommaso disegna il Lanciano con il solito quintetto base composto da Balilli, Maralossou Dabangdata, Comollo, Lakic e Munjic mentre Ambrico opta per Gialloreto, Stonkus, Quinzi, Contini e Peres. Inizio, come dicevamo assolutamente da dimenticare per il Lanciano, che come già accaduto contro l’Aquila, sembra non essere entrato in campo. Dopo pochi minuti il Magic è già sul 0-10 grazie ai canestri di Stonkus e Contini ed, al ritorno in campo, dopo il timeout richiesto da un, giustamente arrabbiatissimo, coach Di Tommaso le cose non cambiano, anzi…Bergamo dalla lunetta e poi Stonkus (top scorer di giornata con 22 punti) spingono il Chieti fino allo 0-17. Inizio durissimo per l’Unibasket che trova i primi punti soltanto a 3.30 dalla fine, grazie ad un canestro più fallo di Kadjividi, rimpinguato poco dopo da altri due punti di Balilli (5-15). L’Unibasket sembra ora finalmente entrato in campo e sull’asse Lakic – Kadjividi prova a riportarsi fino all’ 11-19 prima che i teatini tornino a farsi sentire con le due triple consecutive di Quinzi e Gialloreto che chiudono il primo quarto sull’ 11-25.

Il secondo quarto si apre con il canestro di Munjic ma un discutibile fallo antisportivo fischiato a Maralossou Dabangdata permette a Stonkus di trovare punti facili dalla lunetta. Il Lanciano seppur più volitivo, continua a far fatica con Bergamo che invece va a segno per il momentaneo 13-30. Comollo, Munjic (oggi altra prestazione di grande sostanza ed esperienza per il capitano) e Maralossou Dabangdata riportano i Frentani sul 21-30 con coach Ambrico che chiama il timeout non contento dell’atteggiamento dei suoi. La nota positiva in casa Unibasket arriva dall’esordio assoluto di Jovan Ivkovic, giovane talento serbo a Lanciano da questa estate, che ha dovuto attendere qualche mese, per portare in dote al gruppo rossonero le sue doti fisiche e tecniche. Doti di cui fa subito vedere un bell’assaggio con un delizioso passaggio dietro la schiena con cui manda a canestro il connazionale Lakic (22-30). C’è gloria anche per Cissè, altro giovanissimo che si guadagna un fallo portando in dote punti importanti dalla lunetta. Bergamo tiene ancora i neroverdi lontano prima che una bomba di Ivkovic ed una bella iniziativa personale di Maralossou Dabangdata facciano sentire ancora più forte il fiato dei rossoneri sul collo del Magic. Lakic fallisce la tripla del possibile primo vantaggio lancianese e gli ospiti sono bravi invece a capitalizzare le proprie occasioni con Stonkus e Bergamo che fissano il secondo parziale sul 31-41.

Nel terzo quarto è il Lanciano a partire forte trovando subito punti con Kadjividi, bravo a correggere con una schiacciata il tiro di Muffa, e con Munjic (35-41). Gli ospiti riallungano sul 35-43 con Contini ma l’Unibasket è ora più in partita che mai e grazie ad una bomba di Lakic e ad una elegante conclusione di Balilli ricuce fino al 40-43. Una tripla di Quinzi permette ai neroverdi di respirare ma il Lanciano è decisissimo a giocare le sue carte fino in fondo e con la tripla di Muffa, la classe di Comollo ed i centimetri di Kadjividi trova il pari sul 47 pari a tre minuti e mezzo dalla fine del mini tempo. Partita vibrante ora con Kadjividi che posterizza Quinzi ma sul nuovo possesso rossonero, Balilli si lascia sfuggire la sfera. Un discutibile tecnico comminato a Comollo, permette a Gialloreto di riportare i suoi sul +1 ma il terzo quarto va in archivio con un 50 pari che preannuncia un finale di gara tutto da vivere.

L’ultimo quarto è un continuo botta e risposta tra i due team prima che un mirabile sottomano di Balilli ed una penetrazione di grande tecnica griffata Comollo valgano ai rossoneri il momentaneo 56-55. Nuovo timeout per il Magic ma quando si torna sul parquet è sempre il Lanciano ad accellerare con un indomabile Munjic, che fa la voce grossa sotto canestro segnando e guadagnandosi un libero aggiuntivo per il netto fallo di Perez. I padroni di casa provano a scappare sul 59-55 ma il Magic è tutt’altro che matato e con Bergamo, Stonkus e Contini mette nuovamente la freccia (61-63). Comollo dalla lunetta impatta il nuovo pareggio prima che Lakic, Munjic e Ballili mettano la firma sul controsorpasso frentano e con esso le mani sulla partita (69-63). Il Magic incassa il colpo definitivo quando sul momentaneo 68-65 una bomba di Lakic fa piegare definitivamente la bilancia sul piatto rossonero: il 71-65 si tramuta in fretta in un 73-65 con i quattro punti finali di Balilli che fanno esplodere di gioia il pubblico presente. La gara si chiude con l’Unibasket che festeggia un meritato successo sul Chieti per 75 a 69.

Unibasket Lanciano 75 Magic Chieti Basket 69

Unibasket Lanciano 75

Muffa 3, Ivkovic 3, Kadjividi 14, Balilli 10, Cesarino n.e., Cissè 2, Hasanbegovic n.e., Maralossou Dabangdata 6, Munjic 16, Lakic 11, Comollo 10, Kamate’ n.e.

All. F. Di Tommaso, Ass. A. Iarlori e A. De Florio

Magic Chieti Basket 69

Alba 0, Gialloreto 5, Secondino n.e., Stonkus 22 Breda 0, Stivaletta 0, Scanzano 0, Secondino 0, Perez 8, Bergamo 13, Quinzi 6, Contini 15.

All. G. Ambrico

Progressivi: 11-25, 31-41, 50-50, 75-69

Related posts

Pari tra Real Giulianova e Cattolica San Marino (1-1) VIDEO

francescorapino

Tutti i dettagli del percorso classico di 1200 chilometri di Adriatic Marathon Ultracycling Challenge

redazione

Calcio a 5: Pescara rimontata nel finale, finisce pari con la Lazio

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy