Politica

Diritto e mito nella rubrica di Michele Fina, con Luciano Violante e Fabrizio Di Marzio

L’Aquila. Nel 94esimo incontro della rubrica di Michele Fina “Dialoghi, la domenica con un libro” sono stati ospiti Luciano Violante (presidente emerito della Camera dei deputati, presidente della Fondazione Leonardo – Civiltà delle Macchine) e Fabrizio Di Marzio (professore ordinario di diritto privato). E’ stato presentato il libro di Di Marzio “Giudici divoratori di doni. Esiodo, alle origini del diritto” (Mondadori – collana Electa).

Fina l’ha definito “importante, profondo e articolato. I lavori, tra cui questo, sul rapporto tra mito e giustizia stanno avendo grande fortuna e a me sembra che sia la risposta all’idea che i dubbi attorno alla giustizia si possano risolvere con lo scontro, con la polemica della cronaca. C’è una richiesta di profondità e anche l’emozione attorno alla morte di David Sassoli indica, ritengo, un’esigenza ampia di un approccio che sia contrario a un tipo di leadership urlata. Nei punti di connessione e di crescita comuni ci possono essere le categorie che ci aiutano a trovare i giusti confini”.

Per Violante è “un libro importante, che ti apre la testa, ti permette di connettere categorie apparentemente lontane. E’ un libro di filosofia del diritto ma anche di filosofia della vita. A volte c’è bisogno di andare ai pilastri per scoprire i punti fondamentali del nostro vivere civile. L’aspetto giuridico del libro ruota attorno ai concetti di diritto, giustizia e forza. La giustizia viene prima, il diritto è lo strumento per assicurarla ma allo stesso tempo è il frutto del soggetto che lo stabilisce, e quindi frutto della forza ma anche fatta perché non prevalga. L’esercizio della giustizia è insieme potere e servizio, ma è quando la dimensione del servizio viene meno che comincia l’errore”.

Di Marzio ha spiegato: “L’idea di concentrare una riflessione sulla giustizia ricordando le nostre radici classiche non è nuova. E’ una matrice della nostra cultura non dimenticare gli insegnamenti racchiusi in opere memorabili, come appunto la poesia di Esiodo, la prima scritta giunta fino a noi. Ho scritto questo libro durante i tempi della pandemia, quando si è verificato un fenomeno nuovo: la necessità di conciliare la legislazione dell’emergenza con la regola comunitaria dettata dalla Costituzione. Abbiamo un’idea poetica della giustizia che è correttamente intesa se la collochiamo assieme all’idea di comunità. La giustizia ha bisogno di un criterio che la realizzi e di un sistema di regole. Il diritto non è mai un’acquisizione garantita, è vivo se criticato. Viviamo in tempi che purtroppo non hanno difficoltà a discostarsi dalle buone ragioni ma diritto e politica dovrebbero essere pensiero ragionevole, invito a incontrarsi sulle buone ragioni, e ogni volta che ci riescono la violenza è sconfitta. Nel libro parliamo di giudici che si esprimono nella dimensione del processo, comunitaria per eccellenza, che è il più efficace antidoto alla violenza. La ragionevolezza è una forza individuale e collettiva”.

Per Violante “ordinamento giuridico e ordinamento politico sono confinanti. L’ordinamento politico detta le regole, quello giuridico le applica. Questo rende quasi potenziale il conflitto permanente, e se uno dei poteri cresce l’altro si espande, come è accaduto nel nostro Paese dal 1992. Occorre riflettere su come ricostruire un equilibrio tra giustizia e politica, è un punto democratico. La politica è il luogo dove ci sono opinioni diverse, altrimenti non avrebbe motivo di esistere”.

La registrazione del dialogo è disponibile qui https://www.facebook.com/michelefina78/videos/4778269842222500/?extid=NS-UNK-UNK-UNK-IOS_GK0T-GK1C&ref=sharing

Related posts

Lizi Ramihvili e Nicola Paszkowski protagonisti del prossimo concerto dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese

admin

Torto (M5S): “Marsilio non fa altro che creare confusione!”

redazione

Difesa, Sottosegretario Pucciarelli: “Con il giuramento Allievi Marescialli devoti alla Patria e fedeli alle Istituzioni”

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy