Politica

Aumento bollette Consorzio Bonifica Centro, Stella (M5S): “Gli utenti non paghino per i debiti di altri”

L’Aquila. “È impensabile far ricadere sui cittadini i debiti dell’ente aumentando i tributi consortili con una maggiorazione del 70%. Le difficoltà finanziarie del Consorzio che derivano anche dalla mancata riscossione di crediti nei confronti di ACA ed enti locali di certo non possono essere scaricate sui contribuenti che a causa della pandemia già stanno vivendo una situazione complicata, anche dal punto di vista di economico”.

Interviene così la Consigliera regionale del M5S Barbara Stella a seguito dei recenti aumenti del contributo consortile adottati dal Consorzio di Bonifica Centro.

E prosegue, “nelle scorse settimane ho ricevuto tantissime segnalazioni al riguardo da parte di cittadini sia dell’area pescarese che chietina che sono a dir poco infuriati; anche perché quest’anno la disponibilità dell’acqua non è stata sempre garantita, soprattutto nei mesi estivi. Ragion per cui tantissimi contribuenti hanno preso d’assalto gli uffici del consorzio per chiedere spiegazioni plausibili di un tale aumento”.

Continua la pentastellata, “nella bolletta che l’ente ha inviato alle famiglie si legge che per il mantenimento e miglioramento dei servizi offerti dal Consorzio e visto l’aumento dei prezzi delle materie prime (energia elettrica, acciaio, ecc.) si è reso necessario l’allineamento del contributo consortile per l’anno 2021. In realtà nella delibera commissariale n.32 del settembre dello scorso anno, tra le motivazioni del rincaro, si indicano anche ingenti crediti vantati e non riscossi dall’ente e questo avrebbe determinato la decisione dell’aumento spropositato del 70% sulle utenze non agricole già a partire dal 2021 e del 30% per i contributi agricoli a partire dal 2022. Di conseguenza, poco prima delle festività natalizie, molte famiglie hanno ricevuto una bolletta suppletiva”.

Conclude la Stella, “per quanto gli aumenti dei costi delle materie prime abbiamo colpito tutti i settori, di certo non bastano a giustificare una decisione che colpisce di fatto solo gli utenti. Così come non possono ricadere sui cittadini le conseguenze dei crediti che il consorzio ha nei confronti di altri enti o società. Pertanto auspico che si faccia al più presto chiarezza su questa vicenda, ristabilendo una contribuzione consortile adeguata e coerente anche con la qualità dei servizi offerti”.

Related posts

Lo scrittore Ernesto Valerio presenta “Due Volte A Settimana” a Lanciano

admin

Marsilio chiede zona bianca in anticipo, Fina e Di Febo: “Propaganda, alla norma che non prevede deroghe ha acconsentito anche lui”

redazione

Annunciate tracklist, cover e data di pubblicazione del nuovo disco omonimo degli Amornero

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy