Sport

Serie D, Filippo Faggi: “Non mi aspettavo un’annata del genere”

A inizio anno Filippo Faggi non poteva immaginare un campionato così. Il giovane mediano del Mezzolara, proveniente dalle giovanili della Spal, si è trovato a essere uno dei protagonisti dell’ottima stagione della sua squadra. La società bolognese è partita con l’obiettivo di salvarsi ma a due giornate dal termine la zona play-off promozione è davvero vicina. Filippo Faggi in un’intervista a SuperNews svela il clima che si respira nello spogliatoio.

Benvenuto Filippo Faggi. Prima stagione con la maglia del Mezzolara da incorniciare. Giunti quasi a fine campionato, sono state soddisfatte le tue aspettative di inizio anno?

Ad essere sincero non mi aspettavo assolutamente un’annata del genere. Mi avevano parlato tutti bene della piazza di Mezzolara ma devo dire: che incredibile stagione! Non sono soddisfatto, di più

Ci racconti come ti sei avvicinato al mondo del calcio e cosa ti ha spinto a scegliere la maglia del Mezzolara?

L’amore per questo sport me lo ha trasmesso mio padre crescendomi ad acqua e pallone e di questo lo ringrazierò per tutta la vita. Venendo da un’anno per me molto difficile, dove sono stato completamente fermo, avevo bisogno di una piazza come questa. Ho ripreso a giocare e allo stesso modo sono maturato tanto. Ho scelto il Mezzolara perchè come ho detto prima, mi hanno sempre parlato tutti bene della società.

La squadra è nella parte alta della classifica e la zona play-off è alla portata. Ci credete nella promozione? Che clima si respira all’interno dello spogliatoio?

Noi ad inizio anno ci siamo posti l’obiettivo che tutti gli anni la società si pone, ovvero la salvezza. Vedendo come sono cominciate ad andare le cose, abbiamo capito che potevamo ambire a qualcosa di più. Il nostro obiettivo ora sono i playoff. Siamo un gran bel gruppo, molto unito e compatto, ci sproniamo ogni giorno a vicenda per cercare di fare sempre meglio ed è questo il nostro punto di forza. C’è tanto entusiasmo nell’aria.

In questa prima stagione nei dilettanti, in cosa sei migliorato principalmente? Chi ti ha aiutato di più?

In questa stagione sono cresciuto su molti punti di vista: calcistico, caratteriale e soprattutto umano. Questo grazie soprattutto ai tanti buoni esempi che ho la fortuna di avere in squadra come Roselli, Landi, Malagoli

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Non penso al futuro, sono concentrato sul momento, perché la stagione non è ancora finita, anzi. Sono rimaste poche partite che noi affronteremo come delle finali.

Cos’è il calcio per te?

Il calcio per me è vita. Vivo di spogliatoio, di compagni, di campi da calcio, trasferte. Il calcio mi ha insegnato a stare al mondo.

Fonte: https://news.superscommesse.it/interviste-personaggi-famosi/2022/05/interviste-d-valore-filippo-faggi-non-mi-aspettavo-unannata-del-genere-491523/

Related posts

Sci, ufficializzate le squadre regionali

redazione

Pazza vittoria del Pescara sul Palermo: i biancazzurri si impongono 3-2

francescorapino

Campionati Studenteschi di Atletica leggera a Pescara, la teatina Serena Quintiliani campionessa sui 1000 Allieve

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy