Cultura e eventi

Il talento del noir italiano François Morlupi alla libreria De Luca di Chieti

Chieti. François Morlupi talento emergente del noir italiano presenterà, sabato 25 giugno alle ore 18, alla Libreria De Luca di Chieti, il suo ultimo thriller “Nel nero degli abissi” (Salani Editore). L’incontro sarà moderato dalla giornalista Evelina Frisa.

Seconda indagine del commissario Ansaldi con i fidati agenti della squadra del commissariato di Monteverde a Roma.

Un caso editoriale che ha scalato le classifiche di vendita nelle librerie e negli store digitali.

L’autore ha vinto nel 2021 il prestigioso Premio Scebernenco dei lettori.

Non c’è bisogno di eroi e nemmeno di antieroi nei romanzi di Morlupi.

C’è la vita, in una Roma bella semplicemente a nominarla. Quella vita che è osservazione, spunto e punto di riferimento, con le sue miserie quotidiane e le sue bellezze sognate e a volte inarrivabili.

L’intreccio del noir “Nel nero degli abissi” è capace di catturare l’attenzione del lettore perché scorrono davanti una serie di personaggi credibili che si muovono sul sottofondo dell’ironia che è tenuta sempre con il giusto volume, né troppo basso, né troppo alto.

A Monteverde il commissario è Ansaldi, faro ansioso che guida un’algida investigatrice, una bella che vuole arrivare, un simpatico che vuole diventare bello, un appassionato di storia. Tra film coreani, pizze salsiccia e cicoria, autori francesi, le giornate si impastano al dolore, e i contorni non sempre sono netti.

LA STORIA

Il grande parco di villa Pamphilj, a due passi dal Vaticano e da Monteverde, ha due volti molto diversi: di giorno è un giardino che accoglie bambini, anziani e sportivi; di notte si trasforma in un rifugio abusivo per senzatetto, drogati e prostitute.

All’alba di una gelida mattina di febbraio, una di loro viene trovata senza vita, brutalmente uccisa con un’arma da taglio. Era italiana, aveva poco più di vent’anni, era una ragazza sola, si vendeva per pagarsi l’università.

L’omicidio sconvolge il commissario Ansaldi e i suoi agenti, perché apre uno squarcio di disperazione nella tranquilla routine del loro quartiere. In più, arriva proprio nel momento peggiore, a due settimane da un importante vertice politico tra i principali capi di Stato europei, con gli occhi del mondo puntati sulla capitale.

Che ci sia o no un legame tra i due eventi, per il commissario è appena iniziata una terribile corsa contro il tempo.

Related posts

Al via “CineAut”, rassegna di film sull’Autismo alla Sala Eden di Ortona

redazione

Pescara, un arresto per ricettazione e detenzione abusiva di arma da guerra

admin

A Francavilla la mostra personale di Leonardo Paglialonga

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy