Cultura e eventi

Sciopero GDO: Sclocco esprime solidarietà ai lavoratori

Pescara. Si schiera a favore dei lavoratori, l’Assessore Regionale di Liberi e Uguali, Marinella Sclocco, che in una nota esprime piena solidarietà ai dipendenti delle aziende della Grande Distribuzione Organizzata (GDO) associate a Federdistribuzione che domani hanno indetto uno sciopero affinché si definisca un Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro di settore e non si continui ad applicare un regolamento associativo del Terziario scaduto nel 2013.

“La barbara liberalizzazione delle aperture dei negozi non produce più occupazione – ha spiegato la Sclocco – e non incrementa i consumi, anzi sta producendo lavoro “incivile” e lavoratori sfruttati ed esausti. Sostenere i lavoratori – ha spiegato l’Assessore di Liberi e Uguali – significa difendere il lavoro e la sua dignità. Non ci scordiamo che l’articolo 4 della Costituzione non solo riconosce il diritto al lavoro, ma gli dà un’attribuzione precisa descrivendolo come un’attività o una funzione che concorre al progresso materiale o spirituale della società. E come può il lavoro concorrere al progresso della società, se i suoi ritmi stanno distruggendo il tessuto sociale? Ikea – incalza la Sclocco – ha licenziato una mamma per insubordinazione: non poteva rispettare i turni per accompagnare il proprio figlio disabile ad effettuare delle cure mediche. Ryan Air ha minacciato i lavoratori in Italia, Irlanda, Regno Unito, Germania e Spagna che avrebbero aderito allo sciopero indetto per rivendicare migliori condizioni di lavoro. Amazon ha chiuso le trattative per la definizione di un contratto integrativo dei dipendenti della logistica sottoposti a turni inumani ed è stata condannata per aver licenziato ingiustamente una donna infortunatasi sul lavoro che ha superamento del periodo di assenza dal lavoro. La Sevel si è “scusata” dopo aver negato il permesso ad un lavoratore di andare in bagno, costretto ad urinarsi addosso. Il lavoro non può essere un luogo di minacce in Italia, come nel mondo. E lottare per i diritti – conclude l’assessore di Liberi e Uguali – non è solo un fine, ma un dovere morale che abbiamo per mantenere sana la nostra società e le nostre comunità, tenendole lontano da ogni forma di sfruttamento ed ingiustizia”.

Related posts

Lanciano, wi-fi gratuito in altri due uffici postali

admin

Con ‘’Colors’’ l’arte aiuta la cura alla Clinica Oncologica di Chieti

admin

Preseason, coach Sorgentone: “Amichevoli importanti per oliare i nostri meccanismi!”

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy