Cronaca

Montesilvano dichiara guerra alle barriere architettoniche

Il consigliere Manganiello: “Ripristinato l’ascensore nella scuola di in via Adda”

Montesilvano. Nella scuola di via Adda sono state eliminate anche le ultime due barriere architettoniche esistenti. Il consigliere delegato alla Disabilità, Giuseppe Manganiello ha effettuato un sopralluogo nell’edificio che ospita la scuola dell’infanzia e la primaria, insieme al presidente di Carrozzine Determinate, Claudio Ferrante. Nei giorni scorsi, anche su interessamento dell’assessore alla Pubblica Istruzione Paolo Cilli, l’ufficio tecnico comunale, con il dirigente Fabio Ciarallo e il geometra Marco Amadio, è riuscito a risolvere dei cavilli burocratici, permettendo il collaudo dell’ascensore nel nuovo edificio scolastico, dando così la possibilità, anche agli alunni disabili, di raggiungere l’aula magna situata al primo piano. Inoltre, su segnalazione del presidente Ferrante sono stati abbassati i videocitofoni all’ingresso della struttura. Soddisfatta anche la dirigente scolastica Enrica Romano, che ha ringraziato il consigliere Manganiello, rinsaldando così la collaborazione esistente tra la scuola e il Comune di Montesilvano.

Prosegue spedita anche l’azione del settore tecnico verso la riqualificazione di alcune vie, in particolare il lungomare, parte di corso Umberto e via Vestina, nelle quali previsto l’abbattimento totale delle barriere architettoniche. “Siamo molto felici di dare la possibilità a tutti gli alunni con disabilità o momentaneamente infortunati di adoperare l’ascensore per accedere all’aula magna della scuola, dove spesso si svolgono convegni e lavori anche della scuola secondaria. Dopo aver aggiustato il cancello in via Olona, che impediva l’accesso alle carrozzine, abbiamo risolto anche la questione ascensore grazie ai nostri uffici tecnici – afferma il consigliere Manganiello – . Sulla questione Peba il consiglio comunale ha stanziato 55mila euro ed è stata incaricata un’equipe esperta composta da progettisti per l’abbattimento delle barriere e per una progettazione priva di ogni impedimento non solo per le carrozzine. Non possiamo considerare, infatti, barriere solo i gradini, per questo motivo da Montesilvano partirà una vera e propria rivoluzione culturale per sostenere non solo coloro che hanno una disabilità motoria, ma anche cognitiva, come nel caso dell’autismo. Domenica è la Giornata mondiale per la consapevolezza dell’autismo e posso affermare nelle città ci sono ostacoli anche per le persone che vivono questa condizione, è necessario pertanto un cambio di passo su ciò che concerne la progettazione anche dell’aspetto sensoriale dal tipo di illuminazione alla segnaletica disegnata fino alla pavimentazione, a volte troppo colorata o con disegni che risultano caotici per queste persone. Inoltre, anche le persone con autismo devono potersi orientare in città, pertanto, inseriremo dei pannelli con immagini apposite molto utili per loro. In vista della stagione estiva stiamo già ripartendo con l’allestimento della spiaggia dedicata alle persone con disabilità e ci stiamo muovendo in tempo senza tralasciare nessun dettaglio. Inseriremo più sedie e tavoli, delle tende nuove, dei portacenere sotto ogni palma e delle aiuole nella zona docce. Piccoli lavori che renderanno le aree ancora più accoglienti. Nei giorni scorsi ho incontrato il personale dell’Azienda Speciale che verrà utilizzato nelle spiagge e alcune persone diversamente abili per cercare insieme di migliorare il servizio offerto dal comune verso i residenti e i turisti con disabilità e le loro famiglie”.

Related posts

La rimodulazione dei servizi TUA nella regione Abruzzo

redazione

Ortona, l’amministrazione affida la progettazione dei piani particolareggiati dei Ripari e San Donato

redazione

Ubriachi al volante: ritirate 7 patenti di guida in una sola notte a Lanciano

redazione

Leave a Comment