Cultura e eventi

Iniziative in continuità con il Festival d’Europa e The State of Union 2023: Firenze di nuovo al centro del dibattito europeo

Firenze. Firenze torna ad essere al centro del dibattito europeo. In occasione della conferenza The State of the Union, organizzata come ogni anno dall’Istituto Universitario Europeo, la Città Metropolitana, il Comune di Firenze, l’Agenzia Erasmus +/INDIRE, la Regione Toscana e l’Università di Firenze con il supporto della Fondazione CR Firenze promuoveranno infatti una ricca serie di iniziative in continuità con il Festival d’Europa, che animeranno il capoluogo toscano dal 4 al 9 maggio.

In quelle date, la città si trasformerà in un luogo di incontro, condivisione e riflessione sull’Unione europea. Il calendario è ricco di iniziative volte a valorizzare la partecipazione attiva e democratica, lo scambio e l’interazione culturale. Oltre agli stand presenti il 5 maggio nel Cortile della Dogana e in tutto Palazzo Vecchio in occasione di SOU4YOU – un luogo centrale della manifestazione sarà rappresentato dallo Spazio Erasmus in Piazza della Repubblica: un grande stand aperto a tutti (dal 5 al 9 maggio) a cura dell’Agenzia Erasmus+ INDIRE. Tra le attività previste: Workshop, animazione, giochi e DJ Set. A gremire la piazza studenti, beneficiari del programma Erasmus, educatori, docenti, e artisti europei invitati dalla Fondazione Teatro della Toscana. Nelle stesse giornate, il grande tappeto lavorato a mano di Colors for Peace si stenderà in Piazza Santa Croce, mentre altri workshop, a cura della Fondazione Antonio Megalizzi e di RFK Human Rights Italia, animeranno il complesso delle Murate.

Sono tante le novità – a partire dalle tematiche affrontate – anche per quanto riguarda The State of the Union, che si svolgerà tra la Badia Fiesolana e Palazzo Vecchio. In linea con il titolo “Building Europe in times of uncertainty”, rappresentanti della Commissione europea e dei governi degli stati membri, membri del Parlamento Europeo, diplomatici ed accademici di fama internazionale dibatteranno questioni all’ordine del giorno come la guerra in Ucraina e il suo impatto sulla vita quotidiana dei cittadini, la lotta ai cambiamenti climatici, la transizione verso un’economia verde e l’inclusione sociale, lo Stato di diritto e la transizione digitale.

Fra gli oltre 150 prestigiosi relatori, l’evento vedrà la partecipazione di Josep Borrell Fontelles, Alto Rappresentante dell’Unione Europea per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza e Vicepresidente della Commissione Europea.

Nella giornata inaugurale presso la Badia Fiesolana interverrà il Ministro degli Esteri Antonio Tajani, la Commissaria europea agli affari finanziari Mairead McGuinness, ed il Commissario europeo all’Agricoltura Janusz Wojciechowski. Come da tradizione, il giorno successivo, venerdì 5 maggio, l’appuntamento è fissato a Palazzo Vecchio per una nuova giornata di incontri. Ad aprire i dibattiti, insieme al Presidente dell’Istituto Universitario Europeo Renaud Dehousse ci saranno Eugenio Giani, Presidente della Regione Toscana e Dario Nardella, Sindaco di Firenze che anticiperanno uno degli interventi più attesi, quello di Josep Borrell Fontelles, Alto Rappresentante dell’Unione Europea per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza e Vicepresidente della Commissione Europea. Interverranno a seguire anche i Ministri degli Esteri di Austria, Slovacchia, e Svezia, nonché il Vice-Presidente della BCE Frank Elderson.

Nel pomeriggio Palazzo Vecchio ospiterà, invece SOU4YOU, un nuovo appuntamento rivolto ai giovani cittadini italiani. L’evento si propone di stimolare un dialogo con i partecipanti sul presente e sul futuro dell’Europa dal punto di vista delle nuove generazioni. Si parlerà dell’importanza di investire sulla formazione per rendere i giovani protagonisti della costruzione di un’Unione moderna, innovativa, competente, e sostenibile. Durante le sessioni interattive, saranno tanti i temi trattati e condivisi con la platea formata da ragazzi e ragazze che avranno la possibilità di assistere agli interventi, tra gli altri, di Samantha Cristoforetti.

La tre giorni di The State of the Union terminerà sabato 6 maggio quando l’Istituto Universitario Europeo aprirà le porte di Villa Salviati, dalle ore 10.00 alle 19:30, offrendo un programma ricco di eventi culturali e di attività ricreative con mostre, concerti e visite guidate.

Related posts

Il Chieti ritrova il sorriso al “Guido Angelini” e vince in rimonta 2 a 1 contro i Nerostellati

admin

Con il premio Galasso 2024 prende il via la terza edizione del Francavilla Urban Festival

redazione

Pescara, ‘Gli Olivieri tra i due Mondi’: mostra in Archivio di Stato per ‘Domenica di carta’

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy