Cultura e eventi Sport

Calcio a 5, Kaos Reggio Emilia – Pescara 6-1

Reggio Emilia. Un Pescara rimaneggiatissimo e costretto a rivolgersi a tanti prodotti del settore giovanile esce sconfitto da Reggio Emilia. Al PalaBigi, il posticipo della ventesima giornata di campionato tra Kaos Reggio Emilia ed i biancazzurri, lo scorso anno semifinaliste in FinalEight, ha visto i padroni di casa imporsi per 6-1.
Privo di Caputo, Morgado, Borruto e Rosa (e con Wilhelm e Cuzzolino in distinta, ma solo per onor di firma), mister Patriarca si è affidato inizialmente a Mudronja, Ercolessi, Yeray, Salas e Rescia mentre Alonso ha scelto nel suo startingfiveMolitierno, Avellino, Dian Luka, Fits e Felipe Mello. Dopo 3’52”, Dian Luka buca per la prima volta la porta di un Mudronja fino a quel momento irreprensibile. Il Pescara prova a reagire e crea occasioni con Yeray (da calcio piazzato), Scarinci e Salas (2 volte in ripartenza), ma invano pur spezzando parzialmente l’assedio dei padroni di casa alla ricerca del raddoppio, che arriva al minuto 11’36’’ grazie a Fits. Con le rotazioni ridotte al lumicino, Patriarca è costretto ad un uso prolungato dei canterani Sanchez e Scarinci per far rifiatare i pochi uomini esperti a disposizione. Garrido al 15’ buca per la terza volta Mudronja, il poker lo serve Fits (con deviazione di Ercolessi) a 1’51’ dall’intervallo e consegna cosìagli archivi il primo tempo sul risultato di 4-0.
Nella ripresa, tra i biancazzurri c’è spazio anche per il baby Di Matteo, ma è Tuli dopo 5’31’’ a firmare il 5-0 e a chiudere virtualmente i conti, nonostante Rescia pochi secondi dopo sigli la rete della bandiera (6’02’’). I ragazzi di Patriarca cercano di gettare il cuore oltre l’ostacolo, ma il destino della serata è segnato ed il 6-1 firmato Tuli al 15’20’’ lo conferma. Al suono della sirena, festeggiano i padroni di casa.
Hanno diretto la sfida i signori Alessandro Malfer di Rovereto, Gino Simonazzi della sezione di Reggio Emilia (sostituto dell’arbitro designato, bloccato dall’emergenza neve in Italia) e Simone Zanfinodi Agropoli, con al crono il sig. Paolo Gandolfi di Parma.

Related posts

La Proger combatte ma cede alla Effe nel finale

admin

Pescara, risorse per la mobilità sostenibile

admin

La squadra Visit Roseto Basket ricevuta in Comune

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy