Sport

Tombesi, un derby per iniziare il nuovo anno

Contro il Celano (fischio d’inizio domani, ore 16), la Tombesi insegue i tre punti per chiudere al primo posto il girone d’andata. L’intero incasso della partita sarà devoluto a favore dell’Unicef

Ortona. Lasciatasi alle spalle un 2023 ricco di soddisfazioni e successi, la Tombesi si affaccia al nuovo anno con una sfida tra abruzzesi che chiude il girone d’andata. Dopo un ottimo avvio di stagione il Celano ha incontrato alcune difficoltà nelle ultime settimane, ma resta avversario ostico, organizzato e con individualità importanti. La Tombesi, reduce da sette vittorie consecutive, vuole chiudere il girone d’andata al primo posto, ma per farlo avrà bisogno di una prestazione attenta e dell’approccio giusto, come conferma il capitano Dario Dell’Oso:

«Ripartire dopo la sosta natalizia è sempre un’incognita e ripartire proprio contro una squadra come il Celano, tosta e ben allenata, ci obbliga ad alzare l’asticella dell’attenzione, perché è sempre un derby e sappiamo che i derby fanno storia a parte rispetto a quello che dice attualmente il campionato. Tombesi al primo posto a una giornata dalla fine del girone d’andata? Io non sono sorpreso, perché sono sempre stato consapevole della forza di ognuno di noi e del gruppo nel suo complesso. Noi della squadra ci siamo posti un obiettivo, che è quello di andare avanti passo dopo passo, concentrandoci partita dopo partita, senza fare programmi o calendari o tantomeno proclami. Al 2024 non possiamo che chiedere le stesse soddisfazioni che ci siamo tolti nel 2023. A livello personale, mi auguro solo di continuare a stare bene e divertirmi, con questo bel gruppo che si è creato».

Per la partita di domani, così come per la prossima del 13 gennaio contro lo Sporting Hornets, la Tombesi ha deciso di devolvere l’intero incasso (5 euro il prezzo del biglietto) a favore di Unicef, i cui volontari saranno presenti al palazzetto per illustrare i loro programmi e raccogliere eventuali, ulteriori donazioni: «È un gesto importante, voluto dalla società e che rende felici tutti noi – chiude Dell’Oso –. Spero che i nostri tifosi e in generale gli sportivi, di Ortona e non, accorrano numerosi, per aiutare tanti bambini che stanno soffrendo».

Related posts

Rinviato a data da destinarsi il Trofeo Baia del Re-Memorial Mattia Lo Schiavo di mountain bike

redazione

L’Acqua&Sapone Unigross riparte il 1° settembre. Il bilancio di Scarpitti: “Più che soddisfatto del roster”

redazione

Un ritorno alla Tombesi, Manuel Raimondi

redazione

Leave a Comment