Cultura e eventi

“Atessa e il suo dialetto”, evento culturale al teatro comunale

Atessa. La Pro Loco Val di Sangro ATESSA Aps, con il Patrocinio del Comune di Atessa e la collaborazione del Coro “Giovani Voci DiJoriane”, dell’associazioni “Giovane Filodrammatica Atessana” e dell’ “Ate Tixe Studium”, organizza, sabato 3 febbraio ore 17 presso il teatro comunale A. Di Jorio, l’evento culturale dal tema: “ATESSA E IL SUO DIALETTO: UN PATRIMONIO DA CONSERVARE E TUTELARE. POESIE, CANTI E MUSICA”.
L’evento si inserisce tra i tanti organizzati dalle Pro Loco in tutta Italia nell’ambito della “GIORNATA NAZIONALE DEL DIALETTO E DELLE LINGUE LOCALI”.
Detta Giornata è stata istituita nel 2013 dall’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia con il fine di salvaguardare e valorizzare queste espressioni appartenenti al nostro patrimonio culturale immateriale, offrendo così un importante contributo per preservarlo e che, se non adeguatamente riconosciuto e conservato, rischia di essere dimenticato.
“Il Dialetto e le lingue locali sono portatori di un immutabile senso di identità e comunità rappresentando il cordone ombelicale che ci lega ai luoghi d’origine: veri e propri patrimoni culturali immateriali, riconosciuti e protetti dall’Unesco, da custodire e divulgare”.
Dopo i saluti istituzionali delle autorità politiche e dirigenti UNPLI, la serata prevede interventi che permetteranno di riscoprire il ricco patrimonio di poesia dialettale atessano: la testimonianza della Professoressa Giusi Zulli Marcucci, figlia del compianto Giuseppe Zulli Marcucci, autore di una corposa raccolta di poesie in dialetto e a seguire l’intervento di Giuseppe Rancitelli, che farà meglio conoscere i poeti E. Marcolongo, A. Di Nenno ed E. Rucci.
Durante la serata ci sarà un intermezzo musicale e ricordo del Maestro Antonio Di Jorio a cura del Coro Folclorico “Giovani Voci Dijoriane” di Atessa e la lettura di poesie a cura del ragazzi della “Giovane Filodrammatica Atessana”.
Sarà presentato il Progetto: “Idiomi ed espressioni dialettali nella cultura immateriale abruzzese”, in fase di realizzazione da parte dei ragazzi del Servizio Civile Universale presso la sede della Pro Loco Val di Sangro.
Ad arricchire la serata il contributo del Sindaco di Atessa Giulio Borrelli e del Professore Massimo Pasqualone, Presidente dell’ISTITUTO PER LO STUDIO, IL RECUPERO E LA VALORIZZAZIONEDEL DIALETTO E DELLE LINGUE MINORITARIE IN ITALIA.
Moderatore della serata il Dott. Gino Palone.
La città di Atessa vanta un ricchissimo patrimonio culturale dialettale che va sicuramente riscoperto, valorizzato e tramandato. Abbiamo il dovere di mantenere viva l’attenzione su questo patrimonio e soprattutto averne consapevolezza.

Related posts

Pescara, Comitato Abruzzese del Paesaggio su demolizione Borgo Marino Nord

admin

“Grigia provincia” è il disco di debutto di Spera

redazione

Il Sulmona International Film Festival compie 40 anni

redazione

Leave a Comment