Cultura e eventi

La Sieco torna a sorridere. Affondato Alessano in tre set

Ortona. È una bella Impavida quella scesa in campo nell’anticipo della seconda giornata di ritorno di questa appassionante “Pool B”. La SIECO liquida i temibili avversari dell’Aurispa Alessano in tre set, non concedendone neanche uno. Bisognava vincere per riscattare la prestazione opaca in quel di Civitanova Marche e così è stato. Una gara che visto il perfetto equilibrio dimostrato nelle prime di gioco sembrava dover essere infinita, ha preso invece una piega totalmente differente quando i padroni di casa hanno cominciato a premere sull’acceleratore e non l’anno più lasciato. Mattatore della serata il tanto atteso Milan Bencz che con 26 punti è stato il miglior realizzatore davanti a Culafic che si è fermato a 12. Impavidi sempre con in mano il pallino del gioco hanno rischiato ben poco. Bravi a contenere ogni reazione ospite ed in crescita in ogni fondamentale gli Ortonesi portano a casa tre punti davvero preziosi in ottica salvezza. Piccolo calo solo nelle prime fasi del terzo set, quando la SIECO è meno precisa in fase di ricezione ma un buon lavoro a muro riesce a tenere gli avversari a distanza. Intanto mercoledì si recupera la gara contro la Sigma Aversa che era saltata sabato 3 marzo, a causa dell’impraticabilità del campo nel Pala-Jacazzi.

 

Si scende in campo per il PRIMO SET e i tifosi locali tirano un sospiro di sollievo, nel sestetto c’è Milan Bencz. Gli ortonesi si schierano dunque con Andrea Lanci al palleggio e Bencz opposto. Designati al centro ci sono i soliti Menicali e Simoni, schiacciatori Ogurčák e Ottaviani, libero Pesare. Sestetto tipo anche per gli avversari a caccia di un biglietto che vale i Play-off promozione in Superlega. Alessano giocherà con Alberini in regia e Culafic opposto. Centrali Usai e Tomassetti, mentre gli schiacciatori sono Lipinski e Lazzaretto. Libero Bisci.

Pronti-Via e per gli ospiti, al servizio c’è Usai. Il primo punto però è ortonese con una schiacciata di Bencz che pizzica la linea di fondo. L’attacco al centro di Menicali si infrange contro il muro, ospiti in vantaggio 2-3. Michele Simoni tiene i suoi attaccati agli avversari, poi arriva l’ace di Ottaviani 7-6. Lazzaretto inganna tutti con un pallonetto preciso ed il punteggio è subito ribaltato 7-8. Ottaviani gira la palla e piazza una parallela che sorprende tutti, il set è in costante equilibrio 11-11. Il primo mini-allungo parla ortonese: Culafic schiaccia fuori ed è 13-11. Equilibrio ristabilito grazie ad un muro su attacco, non agevole in verità, di Ottaviani 14-14. Il muro rimbalza sulla testa di Culafic e la palla va fuori 17-15. Quando Ogurčák mura facilmente una palla di ritorno, il vantaggio dei padroni di casa aumenta: 18-15 e Mister Paolo Tofoli, chiama tempo. Palla spinta da Lazzaretto: 20-16. Arrivati al ventesimo punto siamo in “zona Bug”. La SIECO subisce un parziale di due a zero: 20-18 e Nunzio Lanci cerca di correre ai ripari chiamando tempo. Bencz sfrutta il muro per ottenere il ventunesimo punto abruzzese. Ricostruzione rocambolesca degli ortonesi ed è sempre Bencz su “assist” di Pesare a segnare il 22-19. Bencz è il miglior terminale offensivo. Ancora lo Slovacco a capitalizzare una nuova ricostruzione dei locali: 23-19. La palla scivola tra le mani di Alberini 24-19. Il set si conclude con un attacco out dell’opposto Culafic: 25-19.

SECONDO SET senza colpi di scena nelle formazioni iniziali. Invasione della seconda linea per gli ospiti ed è subito punto Impavida 1-0. Subito la SIECO scappa avanti 4-1. Muro di Bencz, Impavidi che volano a +5: 7-2. Finalmente la fortuna sorride anche alla SIECO. Menicali trova un ACE con la complicità del nastro: 11-4. C’è gloria anche per Michele Simoni, poderoso il suo muro 12-4 e Mister Tofoli costretto al Time – Out. Ottaviani sfrutta la mano esterna del muro ospite, il vantaggio ora è +8: 14-6. Neanche il tempo di prenderne nota che lo stesso Ottaviani fa ace 15-6. Bencz non è solo potenza, sul 16-8 sfoggia un pallonetto che cade proprio dietro al muro 16-8. Il servizio di Menicali è Out, nonostante l’arbitro l’abbia visto dentro. Ma la palla è caduta davanti agli occhi di Paolo Tofoli che chiede un check ed ha ragione: 19-12. Bencz è inarrestabile e dopo l’ennesimo “assist” di Pesare, mette a terra il 21-12. Ottaviani, su invito di Michele Simoni in bagher, la piazza fondo campo 22-12. È il solito Milan Bencz a regalare ben 9 punti set ai propri compagni di squadra: 24-14.
Troppo ampio il gap da colmare per Alessano ed il punto set arriva direttamente da un servizio errato: 25-16

Nel TERZO SET, Paolo Tofoli mischia un po’ le carte. Infatti al servizio si presenta il numero 8 Tomassetti. Il primo punto però è ortonese con Simoni che poi si incarica di un servizio che esce d’un soffio 1-1. Bencz intercetta una palla di ritorno e la piazza con facilità 4-3. Gli attaccanti pugliesi che tanto male avevano fatto ai nostri nella gara d’andata sono sotto tono. La schiacciata ospite passa fuori dall’asticella e la SIECO tenta la prima fuga del terzo parziale 7-4. Ace di Menicali 8-4. Costa caro ad Alberini un palleggio mal riuscito. Sul 10-4 viene sostituito dal suo vice Cordano. Arriva un Ace anche per Alessano con Culafic: 11-6. Loglisci pesta la linea in servizio 13-7. Bello il “sette” che va in scena tra Andrea Lanci e Michele Simoni 14-8. Il parziale di tre a zero per gli ospiti è troppo anche per Nunzio Lanci che chiama tempo quando i suoi sono comunque in vantaggio 14-11. Ace anche per Lipinski: 16-13. Ogurčák la tocca piano e Loglisci ci casca, mette la mano e la palla va sull’asticella 17-14. Errore per Culafic che al servizio la spedisce sulla rete: 20-16. Il servizio di Bencz passa all’esame del video-check. L’arbitro aveva visto giusto, si tratta di un ace! 21-16. Cordano fa muro su Ogurčák 22-18. Lo stesso schiacciatore però, non sbaglia subito dopo e imbeccato egregiamente da Andrea Lanci segna il punto del 23-18. È out l’attacco di Culafic e la SIECO è ad un passo dai tre punti. A chiudere la pratica ci pensa Ogurčák che fa sembrare il suo muro un qualcosa di facile facile: 25-19.

Buona la prestazione del libero Pesare: «Questa sera abbiamo dimostrato che giocando con la giusta concentrazione siamo capaci di grandi cose. Sono contento della mia prestazione e di quella dei miei compagni. Era importante vincere e ci siamo riusciti. Adesso testa al recupero di mercoledì contro Aversa per dimostrare di poter dire la nostra in ogni partita».

TABELLINI:

Sieco Impavida Ortona: Simoni 6, Pesare (L), Zanettin n.e, Bencz 26, Tartaglione n.e., Ottaviani 6, Sitti, Provvisiero (L) n.e., A. Lanci 1, Zanini n.e., Ogurčák 8, Menicali 5. Allenatore: N. Lanci

Aurispa Alessano: Peluso 1, Morciano (L) n.e., Alberini, Loglisci 3, Cordano 1, Tomassetti 4, Lipinksi 8, Lugli n.e., Bisci (L), Usai 2, Lazzaretto 4, Culafic 12. Allenatore: P. Tofoli

NOTE:
Sieco Service Impavida Ortona – Aurispa Alessano 3-0 (25-19 / 25-16 / 25-19)
Durata Set: I (24’), II (22’), III (24’)
Durata incontro: 1h 10’
Muri Punto: Ortona 7; Alessano 7
Aces: Ortona 5; Alessano 2
Errori Al Servizio: Ortona 11; Alessano 14
Arbitri: CECCONATO Luca (TV) e SERAFIN Denis (TV).
Foto: Francesca Verbena

Related posts

Pescara, importanti trasferimenti regionali approvati dal Consiglio Provinciale

admin

Roseto, raccolta differenziata: gli operatori turistici si attivano

admin

Pescara, presentate le iniziative del De Rerum Natura per Pineta dannunziana

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy