Politica

San Giovanni Teatino, approvazione Rendiconto di Gestione e riduzione tariffe Tari nell’ultimo Consiglio Comunale

San Giovanni Teatino. Importante seduta del Consiglio Comunale, quella del 27 giugno 2024, nella quale sono stati approvati il rendiconto di gestione per l’anno 2023 e il piano tariffario TARI per l’anno 2024.

Il Rendiconto di gestione si chiude con un utile disponibile di oltre 4mln di euro, senza considerare avanzi vincolati per oltre 600.000 euro.

“Questo importante risultato sul rendiconto – dichiara il Sindaco Giorgio Di Clemente – permetterà all’Amministrazione di avere risorse per interventi straordinari e importanti opere pubbliche. Ringrazio gli uffici, l’Assessore Gabriella Federico ed il segretario comunale che hanno coordinato le operazioni con grande attenzione, soprattutto in considerazione del fatto che la struttura manca da tempo di un responsabile finanziario”.

Per quanto riguarda il piano TARI, la novità riguarda l’utile derivato dai dividendi della S.G.S. che per il Comune ammonta ad €184.388,00, risultato che permette all’Amministrazione Comunale di abbassare la TARI 2024. Considerata la scadenza imminente del 30 giugno, il versamento slitterà con la prima rata al 31 luglio, la seconda al 31 ottobre e la terza al 31 gennaio 2025.

“Ringrazio il presidente Roberto Ferraioli per la gestione della partecipata che, oltre a garantire l’efficienza del servizio, sa fare importanti risultati che permettono a questa comunità di usufruire di significative riduzioni tariffarie.”

In considerazione del fatto che le famiglie numerose, a partire dal mese di ottobre 2023, hanno avuto garantito un solo passaggio settimanale per l’indifferenziato, l’Amministrazione ha voluto premiare l’impegno delle famiglie numerose, abbassando del 15% la TARI per nuclei di 4,5 e 6 componenti.

I nuclei di 1,2 e 3 componenti avranno comunque il 10% di sconto.

Altro segnale di sostegno è stato riconosciuto anche ad alcune utenze non domestiche (alberghi con ristorazione, ristoranti, pizzerie, trattorie, bar, caffè, pasticcerie, supermercati, ortofrutta, fiorai, ipermercati di genere misto) che, dopo la variazione in aumento dello scorso anno della TARI, riceveranno quest’anno un’ agevolazione del 9,66%.

“Questi importanti risultati sono stati discussi in un consiglio comunale – conclude il Sindaco – caratterizzato dall’assenza di alcuni consiglieri d’opposizione (Martelli, Di Meo e Chiacchiaretta Valentina) che, dopo le mie comunicazioni in merito alla bagarre del consiglio del 18 giugno, hanno abbandonato l’aula all’inizio del primo punto all’ordine del giorno, senza neanche ascoltare le dichiarazioni dei consiglieri comunali di maggioranza coinvolti. Al consiglio comunale ha partecipato, oltre alla maggioranza, solo il gruppo di minoranza “UNA NUOVA MOSSA” che comunque ha votato contro il piano tariffario della TARI, anche se quest’anno sono presenti importanti agevolazioni e sia stato deliberato lo slittamento del versamento delle quote, così come da loro precedentemente richiesto”.

Related posts

American Buffalo con Marco D’Amore al Teatro Massimo di Pescara

admin

La Regina dello Swing a Pescara VIDEO

admin

Pescara, al Pala Giovanni Paolo II Dance Music Festival e spettacolo per l’Agbe

admin

Leave a Comment