Politica

A New York esce “Meditations in the Feminine” di Michela Zanarella

New York. E’ in uscita martedì 17 aprile 2018 “Meditations in the Feminine”, il nuovo libro di Michela Zanarellatradotto in inglese da LeanneHoppe, edito da Bordighera Press, storica realtà editoriale specializzata in poesia italo americana, con sede a New York.Nella stessa collana i nomi più prestigiosi della poesia italiana come Silvio Ramat, Dacia Maraini, Paolo Ruffilli, Gina Lagorio e pochi altri. Il libro raccoglie 66 poesie di riflessione e ‘meditazione’ sull’esistenza e i sentimenti dal respiro universale, in relazione con gli elementi che regolano la vita sulla terra. E’ un canto intimo e sincero, dove la poesia è in continuo movimento. L’autrice si rivela al lettore unendo sensualità e spiritualità in uno slancio verso l’altrove.
LeanneHoppe ha conseguito un master in poesiaalla Boston University e lavora come insegnante, traduttrice, redattrice. Nella prefazione del volumescrive “”Poesie che scendono in profondità tra personale e pastorale, che attirano il lettore per sfidare le sue idee su ciò che crea una voce, come la natura si connette ai nostri sensi, al nostro essere “.

L’autrice
Michela Zanarella è nata a Cittadella (PD) nel 1980. Dal 2007 vive e lavora a Roma. Ha pubblicato le seguenti raccolte di poesia: Credo (2006), Risvegli (2008), Vita, infinito, paradisi (2009), Sensualità (2011), Meditazioni al femminile (2012), L’estetica dell’oltre, 2013), Le identità del cielo (2013) Tragicamente rosso (2015) Le parole accanto (2017), L’esigenza del silenzio (2018). In Romania è uscita in edizione bilingue la raccolta Imensele coincidente (2015). È inclusa nell’antologia Diramazioni urbane (2016), a cura di Anna Maria Curci. Autrice di libri di narrativa e testi per il teatro, è redattrice di Periodico italiano Magazine e Laici.it. Le sue poesie sono state tradotte in inglese, francese, arabo, spagnolo, rumeno, serbo, greco, portoghese, hindi e giapponese. Ha ottenuto il CreativityPrize al Premio Internazionale NajiNaaman’ 2016. È ambasciatrice per la cultura e rappresenta l’Italia in Libano per la Fondazione NajiNaaman. E’ speaker di Radio Doppio Zero. Socio corrispondente dell’Accademia Cosentina, fondata nel 1511 da Aulo Giano Parrasio. Si occupa di relazioni internazionali per EMUI EuroMedUniversity. E nel Consiglio Direttivo della Rete Italiana per il Dialogo Euro-Mediterraneo (RIDE-APS).

Related posts

Coez in concerto Porto Turistico di Pescara per Estatica 2018

admin

“Cultura ed emancipazione femminile”: il saggio di Sara Follacchio alla Sala di Iorio a Pescara

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy