Politica

“Incontriamoci in Giardino 2018” al Parco dei Ligustri di Loreto Aprutino

Loreto Aprutino. Il 2 giugno il CEA di interesse regionale e giardino paesaggistico Parco dei Ligustri a Loreto Aprutino (PE) partecipa all’evento nazionale “Incontriamoci in Giardino 2018” promosso e organizzato dall’Associazione Parchi e Giardini d’Italia in occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale. Sono 130 i giardini in tutta Italia che sono stati selezionati e che si potranno visitare durante la Festa della Repubblica. L’evento ha l’obiettivo di invitare il grande pubblico a scoprire la sorprendente ricchezza storica, artistica, botanica e paesaggistica dei giardini italiani.

Al Parco dei Ligustri si svolgerà la manifestazione “Conosciamo l’Arte dei Giardini” con attività didattiche e visite guidate per bambini e famiglie dedicate alla conoscenza del giardinaggio di qualità. L’Arte dei Giardini, straordinaria combinazione di arte, architettura e botanica, per secoli ha creato capolavori immortali. Oggi questa attività è minacciata dalla proliferazione di addetti ai lavori non competenti e incapaci di comprendere il valore dei giardini. E’ necessario quindi riscoprirla e valorizzarla nel miglior modo possibile, ridando valore a professionisti del settore come storici dell’arte, architetti, paesaggisti, giardinieri d’arte, botanici e restauratori. “L’arte del giardino“, come spiega il curatore del Parco dei Ligustri, Alberto Colazilli, “è sempre stata scritta attraverso disegni, quadri, emozioni, sogni, bellezza, ricerca della veduta accattivante e delle giuste tonalità di colore per far si che il paesaggio o il giardino si trasformino in quadri animati. L’arte dei giardini è una filosofia, uno stile di vita, è ricerca scientifica e artistica, è studio costante delle piante, del paesaggio e del territorio. E’ il mezzo per riqualificare aree degradate e riportarle allo splendore. Ma soprattutto è un lavoro molto serio, una specializzazione a cui si arriva dopo anni e anni di studio e di pratica. “

Il Parco dei Ligustri è il risultato dell’arte dei giardini applicata nel restauro e riqualificazione di un territorio degradato. “L’arte del giardino si apprende prevalentemente sul campo, sporcandosi le mani“, continua Colazilli, “I libri di botanica e di giardinaggio, i manuali di arboricoltura, la corretta potatura degli alberi e delle siepi si studiano in giardino a contatto diretto con il grande mondo delle piante. In questo giardino botanico vogliamo educare all’importanza dei parchi e giardini come protagonisti fondamentali nella rinascita turistica del nostro territorio.“

Le attività didattiche e le visite guidate si svolgeranno dalle 15:00 alle 19:30 e prevederanno dimostrazioni pratiche di arte del giardino con spiegazioni e lezioni sulla cura delle siepi e sulla valorizzazione delle piante.

Related posts

Presentato a Vasto il volume dedicato a Filippo Palizzi

admin

Lo storico Certame Regionale di Poesia dialettale di Celenza alla XXXVII edizione

admin

Dismissione sede TUA di Chieti, Di Primio: “Non si tocchino gli uffici”

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy