Cronaca

Abrex: la StartUp che fa crescere l’economia in Abruzzo +220%

L’Aquila. Sembra quasi ci siano due sistemi economici, uno che soffre, non riesce ad accedere al credito e, di contro, uno che cresce e accede velocemente al credito senza costi e senza interessi, invece il sistema economico è lo stesso! La differenza è solo tra le aziende che hanno capito che il mondo cambia e quelle che continuano a cercare una soluzione utilizzando gli stessi strumenti che hanno generato la crisi.

Il Circuito Abrex traccia il bilancio del primo semestre 2018 e con soddisfazione segna un altro segno positivo nella crescita con un +220% di economia locale raggiungendo i 6,4 milioni di euro di fatturato generato dai 665 iscritti.

Ne dà notizia, con soddisfazione, il Presidente Angelo D’Ottavio: “lo sforzo dei fondatori della nostra StartUp inizia a produrre i risultati auspicati, a tre anni dalle prime vendite dei nostri iscritti registriamo una crescita non solo del fatturato, ma soprattutto rispetto alla quantità di acquisti, vendite e coinvolgimento delle comunità locali”.

Gli iscritti aumentano e iniziano, sempre di più, a essere rappresentativi del sistema economico locale, oltre alle imprese, iniziano ad essere numerosi i dipendenti delle stesse che utilizzano il credito senza costi e senza interessi, come descrive il Direttore generale, la dott.ssa Sara Cicchelli: “i dipendenti utilizzano il nostro circuito per effettuare acquisti dai nostri iscritti di ogni tipo, dalle spese sanitarie (dentista, osteopata, diagnostica) fino alle spese per la manutenzione dell’abitazione e della vettura, ma ultimamente stiamo registrando grandi soddisfazioni dal settore delle cerimonie, abbiamo dipendenti che hanno utilizzato il nostro credito senza costi e senza interessi per i festeggiamenti della comunione die figli, per il compleanno e, a brevissimo avremo un matrimonio 100% in Abrex, ma questo ve lo racconteremo a tempo debito!”.

Ad oggi Abrex ha iniziato a misurare anche quanto questa economia riesca ad incidere sulle comunità, su aree territoriali puntuali e direttamente sui comuni, il segno positivo è stato registrato ovunque, da Vasto a Orsogna, da Chieti a Cepagatti il Presidente D’Ottavio: “a metà 2018 siamo in grado di dimostrare quanta economia aggiuntiva abbiamo prodotto direttamente nei comuni, ad esempio a Orsogna abbiamo generato più di 300.000,00€ di economia, mentre a Chieti più di 450.000,00€ e a Vasto, città che ospita la nostra sede legale e operativa, l’economia generata dagli iscritti al circuito è stata di 670.000,00€ circa, dati che fanno guardare al futuro con grande fiducia e che ci stimolano ad andare avanti con maggiore impegno, determinazione e forza”.

Nei prossimi giorni Abrex presenterà il primo progetto rilevante che ha realizzato con una Amministrazione Pubblica, a dimostrazione che il “cambio di paradigma” può determinare un vantaggio a favore di tutti quelli che vogliono crederci, conclude Angelo D’Ottavio: “facciamo un appello a tutti i soggetti impegnati nello sviluppo locale, dai rappresentanti politico/istituzionale, alle associazioni di categoria, fino alle forza sindacali: i nostri uffici e il nostro management è a disposizione di chiunque voglia fare qualcosa per uscire dalla difficoltà che attanaglia l’economia locale, ma abbiamo bisogno tutti di un forte cambio di mentalità e di paradigma perché la crisi ha determinato un forte cambiamento che dobbiamo affrontare uniti con strumenti innovativi e condivisi”!

Related posts

Pescara, lavori sugli impianti semaforici

redazione

Equo compenso e tutela delle professioni: per Confprofessioni Abruzzo audizione davanti alla terza commissione regionale

redazione

Civeta, fiamme in discarica

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy