Cultura e eventi

Tua, Febbo: “Ci sono altre due incompatibilità. Ricorrerò alle Procure se non rimosse”

Pescara. “Le argomentazioni illustrate da Tonelli sono prive di ogni fondamento giuridico e amministrativo. Le sue tardive dimissioni da Pescara Energia SpA certificano la sua piena incompatibilità e avvalorano invece le nostre ragioni sull’illegittimità dei due ruoli ricoperti contemporaneamente dall’attuale Presidente di Tua”. Questo il commento del Presidente della Commissione Vigilanza e Consigliere Regionale Mauro Febbo a seguito della conferenza stampa di Tonelli.
“Ricordo – spiega Febbo – che l’acclarata incompatibilità di Tonelli è stata ravvisata sia dall’avvocatura regionale, avv. Stefania Valeri, sia dal Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (ANAC interna) di TUA Spa, Dott. Pierluigi Venditti, così come disposto dall’art.13, comma 2 lett. c) del D.Lgs. numero 39/2013. Sinceramente ci saremmo aspettati le dimissioni di Tonelli da TUA Spa e non si capisce come mai sceglie di restare saldamente alla guida di un Consiglio di Amministrazione che ritengo tutt’ora illegittimo. Innanzitutto – continua Febbo – quando Tonelli avrà la correttezza di pubblicare la prima semestralità del bilancio 2018, che commenterò dopo un’attenta analisi avendola ricevuta soltanto ieri pomeriggio, si dimostrerà la gestione senza programmazione e poco attenta alle nuove sfide del Tpl e soprattutto che avevo ragione io sulle perdite anche sul bilancio 2017. Inoltre, cosa ancora più grave, oggi nel CdA ci sono altre due figure incompatibili. La prima è quella di Guido Dezio, già dirigente, e da ieri riveste il ruolo di Direttore Generale del Comune di Pescara ed è illegittimo a ricoprire il ruolo di Vice Presidente di Tua come stabilisce il Decreto legislativo numero 39. Peraltro, il Comune di Pescara è debitore nei confronti di TUA, ma “si ritarda” la riscossione dei crediti: forse c’è anche un bel conflitto di interessi !!! La seconda persona incompatibile è quella di Federica Evangelista che ricopre attualmente l’incarico di collaborazione presso il Soggetto Aggregatore Regionale. La Evangelista ha dichiarato di essere una co.co.co, ma emerge un rapporto di consulenza alquanto anomalo e inconsueto in quanto ha lo stipendio fisso, ogni mese, osserva l’orario regionale e ha un ufficio che risulta essere il suo posto di lavoro. Questi sono i presupposti che configurano un lavoro da dipendente piuttosto che di collaboratore e quindi in piena violazione con l’art.11 comma 8 del D.Lgs 175/2016. Quindi è urgente che vengano rimosse tutte le cause di incompatibilità altrimenti sarò costretto a rivolgermi, oltre all’ANAC come già fatto, anche alla Procura della Repubblica e Procura della Corte dei Conti”.
“Pertanto – conclude Febbo – mi aspetto che la Regione Abruzzo intervenga immediatamente e si azzeri completamente tutto il Consiglio di Amministrazione prima di incorrere in un danno erariale che danneggi ulteriormente anche l’immagine della società TUA, già abbastanza compromessa da questa gestione illegittima tutta dalfonsiana, ma soprattutto che vengano individuate professionalità in grado di gestire modernamente il trasporto pubblico con una visione Europea”.

Related posts

Parte il nuovo servizio per Poliservice

admin

Secondo Concorso Musicale Nazionale “Ortona Città d’Arte”

redazione

Chieti, “tassa sui morti”: D’Ingiullo replica a Di Paolo

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy