Cultura e eventi

Chieti, mensa scolastica. M5S: “Teate Servizi si arrampica sugli specchi”

Chieti. Il MoVimento 5 Stelle produce documenti provenienti dalla stessa Teate Servizi che dimostrano in modo incontrovertibile come la società partecipata stia richiedendo anche il pagamento di somme pacificamente prescritte poiché riferibili all’anno scolastico 2012/2013 ed in particolare del periodo settembre 2012 – dicembre 2012.

“Noi non abbiamo dubbi che il diritto a riscuote le rette dovute fino al giungo 2013 sia prescritto – dice Ottavio Argenio – visto che non si tratta di tribut i ma di rette relative a servizi a domanda individuale per i quali la prescrizione decorre dal giorno in cui diviene esigibile il pagamento. Ne deriva che le rette eventualmente non pagate, relative all’anno scolastico 2012/2013, sono da considerarsi prescritte anche se il Direttore di Teate Servizi è di contrario avviso”.

Il MoVimento 5 Stelle stigmatizza la presa di posizione della società in house del Comune:

“Non è nostra intenzione tutelare chi non paga le tasse – dicono Argenio e D’Arcangelo – ci siamo limitati a controllare l’operato della società di riscossione del Comune che in più di una circostanza è stata ritenuta responsabile dei guai finanziari dell’ente proprio a causa delle modalità con le quali procede alla riscossione e soprattutto delle comunicazioni riguardanti le entrate da iscrivere nel bilancio comunale. E’ fuori discussione che nel corso degli anni, la partecipata abbia comunicato all’ente dei dati sovrastimati ed è fuori discussione che questo meccanismo abbia contribuito a generare l’attuale situazione di dissesto”.

“La nostra intenzione quindi – prosegue ManuelaD’Arcangelo – è quella di assicurarci che la società partecipata ponga in essere l’attività che le è istituz ionalmente demandata nel modo più corretto ed efficace possibile, senza sprechi di risorse e senza prestare il fianco a probabili contenziosi; se il Direttore di Teate Servizi pensa che le nostre critiche siano faziose sbaglia di grosso, siamo abituati ad agire in maniera responsabile e solo avendo dei riscontri precisi ed oggettivi a sostegno delle nostre dichiarazioni”.

Per quanto riguarda la modalità di controllo dei pagamenti dell’anno in corso Ottavio Argenio precisa che “Il Consiglio comunale non è stato ancora messo a conoscenza delle concrete modalità con le quali Teate Servizi sta effettuando i controlli dei pagamenti delle rette, non sappiamo nulla di sperimentazioni né dei risultati di tali attività; segno tangibile che l’incapacità di comunicazione tra società partecipata e socio unico non è affatto migliorata nonostante le puntuali e ripetute prescrizioni indirizzate dalla Corte dei Conti. Sono proprio queste criticità che vogliamo evidenziare e correggere – concludono i portavoce – e ci dispiace che il Direttore Barbone anziché confrontarsi in modo costruttivo ne faccia una questione personale.”

 

Related posts

Eccellenza, è patta tra Cupello e Il Delfino Flacco Porto: Saltarin risponde a Felice, è 1-1

admin

Francavilla, giornata ricca di sorprese agli Internazionali d’Abruzzo di Tennis

admin

Marcozzi su Istituti Riuniti: “M5S non fomenta la guerra fra poveri”

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy