Cronaca

Nasce Ab.side: tra i primi consorzi in Italia sulla ricerca applicata Industria 4.0. È Abruzzese

Pescara. Nato ieri, ma porta con sé già tante competenze e voglia di futuro. E’ il Consorzio Ab.side, che ha visto la luce ieri 20 novembre 2018 presso la sede di Confindustria Chieti Pescara.

Tra i primi Consorzi in Italia sulla ricerca applicata Industria 4.0, unisce il mondo accademico ovvero le Università dell’Aquila e di Chieti Pescara, con il mondo produttivo, rappresentato dalle Confindustrie di Chieti Pescara e Teramo, la CCIAA di Chieti Pescara, Federmanger Abruzzo Molise e l’ARAP (Agenzia per le Attività Produttive della Regione).

Ab.Side declina Industria 4.0 condividendo idee e progetti che, grazie alla continua ricerca, portano un indiscutibile valore aggiunto sul nostro territorio.
Il confronto quotidiano tra ricercatori, imprenditori, manager daranno chiare linee di innovazione e soluzioni da proporre al mondo politico e sociale, soprattutto al tessuto delle PMI dell’Abruzzo.

Il Consorzio è presieduto da Franco D’Intino (Confindustria Chieti Pescara), vicepresidente Giampiero Leombroni (ARAP), e si avvale di un Direttivo – in cui Presidente e Vice vengono affiancati da Nicola Di Giovannantonio per Confindustria Teramo, Sergio Caputi per UniCH, Luciano Fratocchi per UNIVAQ, Florio Corneli e Vincenzo Genovesi per Federmanager, Domenico Di Michele per CCIAA Chieti Pescara e Alessandro Addari per Confindustria Chieti Pescara e di un Comitato Scientifico (Francesco De Luca e Stefano Zà per UniCH, Luciano Fratocchi per UnivAQ) che sinergicamente proporranno e valuteranno progetti di innovazione in tutti i settori.

Ad oggi due grandi progetti sono portati avanti con entusiasmo. Il primo nell’Agrifood grazie ad una strettissima partnership con l’Università La Sapienza, possibile futuro consorziato, il secondo sulla supply chain identificando l’importanza del sistema portuale in Abruzzo come contesto integrato con le zone maggiormente industrializzate della Regione nell’ottica della vision europea del trasporto su ferro o via mare per un territorio sempre più green.
La sede sarà presso quella dell’ARAP per poi spostarsi sul territorio della Val di Sangro nel pieno dell’attiva produttiva della Regione.

Il Consorzio vuole porsi infatti quale attore di riferimento per supportare la manifattura nella sfida del 4.0, rafforzando i punti di forza del nostro sistema produttivo, come una forte presenza nella meccanica strumentale e il legame con l’industria tedesca, e intervenendo sui punti di debolezza, rappresentati soprattutto da deboli rapporti con università e centri di ricerca e filiere molto frammentate.

Allegata foto dell’Assemblea dei firmatari tenutasi ieri in Confindustria Chieti Pescara cui hanno partecipato Franco D’Intino per Confindustria Chieti Pescara, Florio Corneli per Federmanager, Augusta Consorti per UniCH, Luciano Fratocchi per UnivAQ, Nicola Di Giovannantonio per Confindustria Teramo, Giampiero Leombroni per ARAP e Lino Legnini per CCIAA Chieti Pescara.

Related posts

Dune di Ortona, ora arrivano anche i vandali

redazione

Ricavi per 30 milioni di euro con una crescita del 50%. Il successo di Sky Gas & Power nella fornitura di energia

admin

Sindacato giornalisti abruzzesi, solidarietà al collega Claudio Lattanzio

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy