Cultura e eventi

Abruzzo: lo sviluppo turistico attraverso l’accessibilità

È operativo il progetto “IN…FORMA. VIAGGIO SOCIALE” [1] dell’associazione Dimensione Volontario, mirato a sviluppare il turismo accessibile in tutta la Regione Abruzzo, partendo dai comuni di Roseto degli Abruzzi e Pineto, in provincia di Teramo.

Attraverso il progetto, si desidera superare le criticità territoriali e soddisfare le esigenze di tutti i turisti e gli abitanti della zona, con una particolare attenzione alle persone con disabilità.
Lo scopo è, infatti, quello di: agevolare chi ha difficoltà nel trascorrere un soggiorno nei comuni interessati, a causa di criticità strutturali e culturali; offrire una rete coordinata di operatori sociali e turistici, garantendo un soggiorno di qualità per tutti; illustrare la valenza economica del turismo accessibile agli operatori turistici.

Pertanto, l’intercettazione di nuovi turisti, l’aumento della produttività finanziaria e la diffusione della cultura della disabilità sono traguardi da raggiungere, ma «il nostro vero obiettivo è di offrire servizi adatti all’accoglienza dei disabili che siano apprezzati anche da chi non ha alcuna disabilità perché ideati per soddisfare sì la comodità, ma anche la bellezza e il gusto», afferma Peppe Palermo: Presidente Dimensione Volontario.

Nello specifico, le attività previste sono: Ricerca e analisi dei bisogni e dell’attuale ricettività sul territorio; Costruzione di una rete territoriale operativa, che possa garantire risposte tempestive ai turisti; Creazione di un portale web interattivo, capace di fornire soluzioni appropriate alle esigenze dei turisti attraverso la mappatura di luoghi e servizi effettuata dal team di progetto e fornita all’utente finale sulla base di criteri oggettivi, come: misure, materiali ecc.; Formazione all’accoglienza per il personale delle strutture turistiche aderenti alla rete territoriale; Istruzione ad hoc per ragazzi con disabilità da impiegare come guide turistiche.

Il progetto ha una durata limitata di 11 mesi, ma la sfida è di garantire il servizio anche successivamente.

Per far sì che ciò avvenga è necessaria la collaborazione delle associazioni di categoria e degli operatori del turismo in Italia, ai quali gli organizzatori chiedono di compilare un questionario entro il 15 dicembre 2018, per raccontare le loro esigenze rispetto al turismo accessibile e permettere così l’avvio di tutto questo percorso verso città attraenti.

Per richiedere il questionario, scrivere un messaggio e-mail all’indirizzo elettronico partner@dirittidiretti.it.

Related posts

Guardia di Finanza: discoteca “travestita” da circolo privato evade oltre 150 mila euro

admin

Pescara – Foggia, la curva sud agli ospiti

admin

Al chiostro dei Cappuccini di Mesagne conversazione sulle catastrofi

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy