Cultura e eventi Sport

Il Delfino Flacco Porto e Angolana non si fanno male: termina 0-0

Pescara. Il Delfino Flacco Porto e Renato Curi Angolana si fanno un bel regalo di natale pareggiando l’ultimo scontro salvezza del 2018. Nel match valido per la seconda giornata di ritorno del campionato di Eccellenza, le due formazioni non riescono a schiodare il punteggio e impattano al San Marco di Pescara per 0-0 nonostante una partita ricca di occasioni. Il match: tutti a disposizione per i due tecnici Bonati e D’Eugenio, tralasciando il lungo degente Comparelli che ne avrà ancora per almeno due mesi. Le emozioni iniziano subito a susseguirsi, Alonzo, al 7′, ci prova da 40 metri con il pallone che si stampa nella parte superiore della traversa. E’ capitan Ligocki a rispondere con una punizione, sempre da distanza siderale, che fa la barba al palo alla destra di Abate. E’ la volta di Saltarin, che poco più tardi non riesce a dare angolo alla propria conclusione aerea. La partita rimane a ritmi altissimi, Alonzo per poco non trova il gol di testa dagli sviluppi di un corner mentre l’occasione più ghiotta della frazione passa sui piedi di Giannini che con una traiettoria beffarda da calcio piazzato per poco non centra l’incrocio dei pali, con Abate chiamato al miracolo. Nella ripresa partono meglio i portuali anche se di occasioni se ne vedono poche, Silvestri ci prova dal limite al 5′ senza creare, però, grattacapi al portiere nerazzurro. Le occasioni del secondo tempo sono pressoché di marca ospite, al 19′ girata fulminea di Ndiaye che testa i riflessi, pronti, di Falso. Ligocki tenta il gioiello dal limite ma viene ribattuto in angolo mentre Nepa da calcio piazzato mette in seria difficoltà il portiere ex Pescara che deve obbligatoriamente rifugiarsi in corner. Lo stesso ex Nuova Santegidiese, al 38′ viene ben imbeccato in area da Ndiaye ma un fantastico ripiegamento di Marcelli scongiura il peggio. Scendono i titoli di coda, ma l’Angolana ha ancora l’ultima cartuccia che spreca malamente con l’attaccante ex Nerostellati che prima pasticcia con il suo compagno di squadra Bizzarri perdendo l’attimo, poi tira scoordinato mandando il pallone altissimo a 10 metri dalla porta pescarese. Termina dunque così, un bel regalo per entrambe le formazioni che salgono rispettivamente a 24 e 23 punti. Il Delfino Flacco Porto-RC Angolana (0-0) 0-0 Il Delfino Flacco Porto: Falso, Terzini, Giannini, Marcelli, Alberico L. (3′ st Pesce), Brattelli B. (7′ st Sichetti), Silvestri, Ligocki, Tine Mori (40′ st Rucci), Curri (24′ st Alberico A.) Saltarin (35′ st D’Incecco) Allenatore Bonati A disposizione: Brattelli P., Marzucco, D’Alessandro, Teraschi.
Renato Curi Angolana: Abate, Di Pietrantonio (42′ st Ruggieri) Lahbi, Giammarino, Maloku, Natale, Di Giovanni, Alonzo (28′ st Nepa) Ndiaye, Pompei (14′ st Casati), Bizzarri. Allenatore D’Eugenio A disposizione: Capuccini, Basciano, Di Silverio, Serrani, Bianco, De Leonibus. Note: Ammoniti: Giannini, Pesce, Bizzarri Espulso Pesce per doppia ammonizione Spettatori 350 Arbitro: Francesco Zago sezione di Conegliano, 1° assistente Umberto Nappi sezione di Pescara, 2° assistente Fabio Gentile sezione di Teramo.

Related posts

Calcio a 5, Montesilvano impegnato sul campo del Civitella

admin

Il fuoriquota Emanuele Malandra in neroverde

admin

Borghi d’Abruzzo, nuovi interventi per recupero e valorizzazione turistica

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy