Politica

Lo scultore abruzzese Luigi D’Alimonte a Pitti Uomo

Cugnoli. Una scultura realizzata con pietra della Maiella, dello scultore di Cugnoli Luigi D’Alimonte, entra concettualmente nel mondo della moda grazie ad un progetto realizzato con l’azienda italo-olandese Good Genes. Dall’idea di qualcosa di personale utilizzato durante la realizzazione della scultura, è nato questo jeans realizzato interamente a mano e lavato utilizzando lo stesso materiale di sfrido durante la realizzazione dell’opera stessa; sgretolandolo fino ad assumere la stessa densità della polvere e’ stato utilizzato per dare al jeans lo stesso aspetto che avrebbe un capo indossato dall’artista per tutto il periodo della lavorazione.

Data la natura e la limitatezza del materiale stesso sono stati prodotti e messi in vendita solo 100 pezzi quali “limited edition”, il tutto lanciato nel corso della manifestazione internazionale del Pitti uomo, a Firenze. L’opera intitolata “Ambigua”, vincitrice del premio P.A.C.I. di Isernia sezione scultura, premiata e positivamente criticata da Vittorio Sgarbi, e da Massimo Pasqualone è la sintesi della ricerca fatta su un aspetto caratteriale della donna.

Related posts

Milano: la Madonna, il bambinello e le statue del Presepe di Manola Artuso e Gianluca Seregni

admin

Blasioli (Pd) su esito interpellanza rimborso cannabis terapeutica

redazione

Assunta Menna Donne in Jazz Trio in concerto a Pescara

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy