Cultura e eventi

Chiude la Maccaferri di Castilenti: interviene Melilla (Sel)

Castilenti. Venerdi 30 ottobre è stata dichiarata la fine delle Officine Maccaferri di Castilenti (Te) per scelta della stessa direzione aziendale. La chiusura è prevista entro i prossimi due mesi dopo i quali 42 dipendenti della Vallata del Fino vedono perdere il proprio posto di lavoro in maniera del tutto inspiegabile e inaspettata: l’attività viaggiava a ritmo di doppia produzione e considerevoli investimenti – ben 2 milioni di euro – erano stati stanziati per prospettive espansionistiche.

Il deputato Sel Gianni Melilla ha prontamente presentato un’interrogazione al Ministero del Lavoro e a quello dello Sviluppo Economico in merito alla situazione scorcertante che ha colpito lo stabilimento, chiedendo di “convocare parti sociali, enti locali, Regione Abruzzo per cercare positive soluzioni e scongiurare un ennesimo dramma sociale».
Quaranta ore di sciopero sono state decise in assemblea sindacale da parte dei lavoratori, mentre con proteste ad oltranza i sindacati chiedono risposte plausibili pretendendo l’assoluta salvezza della Maccaferri attraverso lo studio di una soluzione alternativa alla chiusura. Fiom Cgil, Fim Cisl ed Rsu commentano così l’accaduto: “E’ una decisione inaccettabile, giunta improvvisamente senza preavviso dopo un accordo sindacale con la Direzione che portò il nuovo assetto produttivo attuale”.

Related posts

Festa grande sulla neve per festeggiare la stagione invernale della Majelletta

redazione

D’Alfonso attribuisce delega al consigliere regionale Giorgio D’Ignazio

admin

Chieti, il M5S sul progetto “Un pannolino è per sempre”

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy